Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Natale, Coldiretti: oltre 3 ore ai fornelli, come negli anni ’60

colonna Sinistra
Mercoledì 16 dicembre 2015 - 10:46

Natale, Coldiretti: oltre 3 ore ai fornelli, come negli anni ’60

"Ritorno al 'fai da te' casalingo"
20151216_104618_AE0A62EC

Roma, 16 dic. (askanews) – Gli italiani trascorreranno quest’anno 3,1 ore in media per la preparazione del pasto principale del Natale, con uno storico ritorno al “fai da te” casalingo che non si registrava da oltre cinquanta anni. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti/Ixè “Il Natale sulle tavole degli italiani”, presentata all’Assemblea Nazionale, dalla quale si evidenza che l’enogastronomia quest’anno è vincente in tutte le forme, dall’acquisto dei prodotti agli strumenti per la preparazione casalinga fai da te dei cibi.

“Un ritorno al passato determinato pero’ – sottolinea la Coldiretti – da motivazioni diverse con gli italiani, soprattutto giovani, che si gratificano ai fornelli, e la cucina e il buon cibo che si affermano tra le nuove generazioni come primarie attività di svago, relax e affermazione personale. La passione per la cucina peraltro oggi ha contagiato praticamente in egual misura uomini e donne con l’emergere – precisa la Coldiretti – di una mascolinità di nuovo conio che esprime la sua soggettività in termini creativi nel rapporto con la cucina, con la manipolazione del cibo che diventa un modo per esprimere se stessi. Lo show cooking casalingo per gli amici si afferma – sostiene la Coldiretti – come appuntamento dei momenti di festa e trascina il boom dell’informazione legata all’enogastronomia”.

Il 61% – riferisce la Coldiretti – sceglierà prodotti Made inItaly e ben il 30% prodotti locali a chilometri zero. Ilrisultato è un cambiamento anche nei prodotti simbolo del Natalee se il panettone consumato dal 76 per cento degli italiani -sottolinea la Coldiretti – vince la tradizionale sfida con ilpandoro, scelto “solo” dal 68 per cento, sulla metà delle tavole(51%) saranno serviti dolci della tradizione fatti in casa. Nonc’è invece sfida tra spumante e champagne con il primo scelto daquasi nove italiani su dieci (86%). Dopo lo spumante, il piattopiu’ gettonato delle feste sono, a sorpresa, le lenticchie chesorpassano il panettone e sono chiamate a portar fortuna,soprattutto nella notte piu’ lunga dell’anno – spiega laColdiretti – dall’80 per cento degli italiani.

Vero boom degli acquisti nelle fattorie o nei mercatini degliagricoltori dove faranno la spesa di Natale quasi un italiano sucinque (17%), secondo l’analisi Coldiretti/Ixè.

“L’acquisto diretto dal produttore garantisce il miglior rapporto prezzo/qualità, con il taglio delle intermediazioni, ma è anche la garanzia del legame con il territorio”, afferma Roberto Moncalvo” nel sottolineare che “grazie alla Fondazione campagna Amica si contano quasi diecimila punti di vendita diretta dei produttori agricoli su tutto il territorio nazionale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su