Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • L. Stabilità, domani stretta su Sud, pressing su pacchetto casa

colonna Sinistra
Sabato 14 novembre 2015 - 19:16

L. Stabilità, domani stretta su Sud, pressing su pacchetto casa

Modifiche con contagocce in Senato, principali nodi vanno a Camera
20151114_191555_2BCABB41

Roma, 14 nov. (askanews) – La legge di Stabilità dovrà superareentro venerdì prossimo il vaglio del Senato, con tuttaprobabilità con un maxiemendameno in Aula che recepirà lemodifiche introdotte dalla commissione Bilancio, il cui vialibera è slittato a martedì. Tra domani e lunedì ci sarà dunquela stretta sulle novità da introdurre in manovra: quelle di pesoriguardano il Sud e il money transfer. C’è poi il pacchetto casasu cui c’è il pressing della maggioranza tra proposte che vannodal canone concordato agli sconti per le case popolari, alcomodato d’uso per i figli che vivono nello stesso Comune deigenitori. E altre richieste, tutte da verificare, che riguardanoil canone Rai e le risorse per le tv e le radio locali, ilcongedo obbligatorio per i papà, le bonifiche dall’amianto deitetti degli edifici pubblici, il voucher per le baby sitter,sostegni per auto e camper per chi ha disabilità.

A Palazzo Madama le modifiche sono arrivate con il contagocce e si contano, sinora, solo una decina di emendamenti approvati (tra cui il salva-delibere Imu-Tasi per i Comuni e il bonus mobili per le giovani coppie raddoppiato a 16mila euro). I principali nodi vengono così rinviati all’esame della Camera: i ritocchi alle pensioni, le Province, i giochi. E anche le Regioni: il decreto Salva-Regioni è stato trasmesso in Senato dove, questo è l’attuale orientamento, verrà modificato e poi dovrebbe essere inserito in manovra nel passaggio a Montecitorio quando le intese con i governatori potrebbero divenire mature.

Il delicato tema dei dirigenti dell’Agenzia delle Entrate su cui pendono ancora alcuni emendamenti accantonati sembra chiuso (in commissione è stata invece approvata una proposta che sana la situazione di circa 700 dipendenti di terza area retrocessi a seguito di alcuni ricorsi al Tar).

Sul contante da mille a 3mila euro tutto resta com’è tranne lo stop per quanto riguarda il money transfer in chiave antiriciclaggio su cui rimarrà il tetto di mille euro. Sul Sud domani si cercherà finalmente di mettere nero su bianco gli interventi: il rafforzamento degli sgravi per i neo-assunti e il credito d’imposta per gli investimenti. E forse qualcosa sui super-ammortamenti.

Sinora sono stati esaminati tutti gli emendamenti presentati affrontandoli per grandi temi, la maggior parte delle proposte sono state o dichiarate inammissibili (un quarto dei 3.500 emendamenti presentati) oppure bocciate (la gran parte) oppure accantonate in vista della stretta finale sulle modifiche da apportare.

“Oggi e domani mattina” proseguiranno le riunioni al ministero dell’Economia per stringere sui grandi temi come il Sud e la casa e per valutare la praticabilità di ulteriori modifiche. Nel pomeriggio di domani, ha spiegato la relatrice Magda Zanoni (Pd), “produrremo le prime bozze di sintesi” e lunedì pomeriggio “porteremo i nostri emendamenti in commissione” per chiudere l’esame entro martedì. L’obiettivo, ha ricordato Zanoni, è che “il maxiemendamento” che il governo presenterà in Aula dovrà recepire il lavoro della commissione Bilancio e che il via libera arrivi entro venerdì. Poi la palla passerà alla Camera.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su