Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Borsa, lunedì con il fiato sospeso alla riapertura dei mercati

colonna Sinistra
Sabato 14 novembre 2015 - 18:13

Borsa, lunedì con il fiato sospeso alla riapertura dei mercati

L'attentato a Parigi potrebbe alimentare il trend negativo
20151114_181337_B204D23B

Roma, 14 nov. (askanews) – Si annuncia una giornata difficile lunedì alla riapertura dei mercati finanziari dopo l’attentato a Parigi. L’offensiva del terrorismo ripropone le questioni geopolitiche tra i fattori che condizionano i mercati e l’economia.

Alcuni analisti ritengono che l’attentato potrebbe aggiungere altri elementi di tensione sui mercati finanziari globali che hanno messo in archivio una settimana all’insegna del sentiment negativo. Borse in flessione, quotazioni del petrolio ai minimi degli ultimi tre mesi, brusco calo per i prezzi di oro e rame.

Venerdì il Msci world index ha chiuso in calo di oltre l’1% e il bilancio settimanale presenta una flessione di oltre tre punti percentuali, la peggiore performance dal mese di agosto.

I mercati azionari globali da un paio di settimane stanno scontando diversi fattori che deprimono i prezzi. In particolare i timori di un rialzo dei tassi americani già a dicembre dopo i dati sul calo del tasso di disoccupazione negli Stati Uniti sotto il 5%. Ma anche il rallentmento dell’economia cinese contribuisce all’umore negativo tra gli investitori. A completare il quadro i risultati trimestrali che nel complesso sono stati inferiori alle attese del mercato, e il perdurare della debolezza delle materie prime. Venerdì l’indice S&P Gsci che rappresenta un paniere di 24 commodities ha terminato la seduta in calo dell’1,22% e dall’inizio dell’anno sconta una flessione del 35%.

L’attentato di Parigi potrebbe dunque alimentare le spinte ribassiste. Guardando al passato grandi attentati terroristici hanno provocato reazioni negative sui mercati finanziari. Così è stato in occasione dell’attentato alla metro a Londra nel 2005 o la strage a Madrid nel marzo 2004 che provocò quasi 200 morti. Un capitolo a parte l’attentato dell’11 settembre con Wall Street che rimase chiusa per una settimana e alla riapertura il 17 settembre accusò un crollo di oltre l’8%.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su