Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Eurozona, Padoan:Germania riduca “esorbitante” attivo commerciale

colonna Sinistra
Lunedì 9 novembre 2015 - 13:34

Eurozona, Padoan:Germania riduca “esorbitante” attivo commerciale

Intervista Welt: Squilibrio strutturale dannoso come debito altri
20151109_133349_7D8A5DBD

Roma, 9 nov. (askanews) – La Germania potrebbe aiutare la crescita e il riequilibrio dell’Eurozona riducendo il suo “esorbitante” avanzo delle partite correnti, attualmente pari a circa l’8% del Pil, anche attraverso maggiori investimenti. La sollecitazione giunge dal ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoa che, in un’intervista al quotidiano tedesco “Die Welt”, ha ripreso un ordine di critiche già formulato non solo da altri Paesi partner della moneta unica ma anche, negli ultimi mesi, dal Tesoro degli Stati Uniti.

“L’Italia e la Germania – ha detto Padoan – fanno parte della stessa unione monetaria. La Germania ha conseguito un attivo delle partite correnti che corrisponde a circa l’8% del prodotto interno lordo. Tali squilibri strutturali con il resto dell’eurozona sono altrettanto dannosi, per la stabilità della moneta, del debito di altri Paesi. Mi piacerebbe dunque vedere attivi più piccoli da parte della Germania”.

L’Italia, d’altronde, ha sottolineato il ministro, è avanti nell’affrontare le sue proprie riforme strutturali: “Stiamo recuperando dopo anni di stallo, a una velocità rapida, perchè stiamo attuando profonde riforme strutturali. E allo stesso tempo risparmiamo. Il risultato è che il debito scende e la crescita sale. La Germania potrebbe aiutarci riducendo finalmente il su esorbitante attivo commerciale. A quel punto potremmo rapidamente chiudere il differenziale con gli altri Paesi”.

Padoan sta forse chiedendo ai tedeschi di avere meno successo? Il ministro replica così alla domanda dei giornalisti di Die Welt: “Il problema tedesco non è la mancanza di consumi, ma la mancanza di investimenti. I tedeschi dovrebbero investire di più riducendo il loro surplus”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su