Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • L’Istat alza la stima sulla crescita del Pil, +0,9% nel 2015

colonna Sinistra
Giovedì 5 novembre 2015 - 10:46

L’Istat alza la stima sulla crescita del Pil, +0,9% nel 2015

Rivista al rialzo il contributo della domanda interna
20151105_104629_E1BBD266

Roma, 5 nov. (askanews) – Anche l’Istat rivede al rialzo le stime sulla crescita economica italiana. Nelle prospettive per l’economia nel 2015-2017, l’Istat alza previsione sulla crescita del Pil allo 0,9% per l’anno in corso, 0,2 punti percentuali in più rispetto alla precedente stima.

“La maggiore vivacità del commercio estero e in particolare delle importazioni – si legge nel comunicato – ha portato a una revisione al ribasso del contributo della domanda estera pari a 0,5 punti percentuali. La domanda interna al nettod elle scorte è stata invece rivista al rialzo di 0,4 punti percentuali a seguito del miglioramento della dinamica deiconsumi delle famiglie”.

La ripresa dell’economia beneficia dell’acelerazione dei consumi. L’Istat indica che dopo il temporaneo arretramento avvenuto nel primo trimestre 2015 (-0,1%), i consumi hanno mostrato una accelerazione nel periodo aprile-giugno (+0,4%).

La crescita economica si rafforzerà l’anno prossimo con l’Istat che stima un tasso di espansione del Pil dell’1,4%, e stessa performance per il 2017.

Il rafforzamento della ripresa è in larga parte determinato dalla domanda interna. Il miglioramento nell’anno in corso è attribuibile – rileva l’Istat – in parte all’effettivo miglioramento delle condizioni nel mercato del lavoro, in parte al recupero di fiducia, sia sulla situazione attuale sia prospettica, che ha caratterizzato la prima parte del 2015.

“Le indicazioni per la seconda metà del 2015 supportano la previsione di una evoluzione in linea con quella del secondo trimestre. In media d’anno i consumi delle famiglie residenti registreranno una crescita dello 0,8%”.

Nei due anni successivi, la dinamica positiva del reddito e dell’occupazione continuerà a sostenere la spesa delle famiglie residenti che è attesa espandersi dell’1,2% nel 2016 dell’1,1% nel 2017.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su