Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Corte Ue: Bce non responsabile per “haircut” debito Grecia 2012

colonna Sinistra
Mercoledì 7 ottobre 2015 - 10:17

Corte Ue: Bce non responsabile per “haircut” debito Grecia 2012

L'Eurotower ha agito per la stabilità del mercato monetario
20151007_101728_2FE65545

Roma, 7 ott. (askanews) – Il danno subito nel 2012 dai detentori privati di titoli di credito greci nel quadro della ristrutturazione del debito pubblico dello Stato greco non è imputabile alla Bce ma ai rischi economici normalmente insiti nelle attività del settore finanziario. E’ quanto ha stabilito la Corte di giustizia europea che ha così respinto la richiesta di oltre 200 possessori di bond greci (essenzialmente cittadini italiani) che hanno chiesto al tribunale Ue di condannare la banca centrale a risarcire il danno subito per un ammontare di oltre 12 milioni di euro.

Nella sentenza la Corte europea sottolinea che la Bce “proteggendo i titoli greci detenuti dalle banche centrali nazionali e da lei stessa, ha esclusivamente agito con l’obiettivo di mantenere la stabilità del mercato monetario”.

Con la sua sentenza odierna, il Tribunale dichiara che gli investitori privati non possono avvalersi del principio di protezione della buona fede né del principio di certezza giuridica in un ambito come quello della politica monetaria, il cui oggetto comporta un costante adattamento in funzione delle variazioni della situazione economica.

Secondo il Tribunale, gli investitori privati avrebbero dovuto conoscere la situazione economica altamente instabile che determinava la fluttuazione dei valori dei titoli greci. Essi non potevano dunque escludere il rischio di una ristrutturazione del debito pubblico greco, tenuto conto delle divergenze di opinione sul punto in seno all’Eurosistema e all’interno degli organismi coinvolti (Commissione, Fmi e Bce).

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su