Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Moody’s boccia abolizione Imu ma appoggia taglio tasse lavoro

colonna Sinistra
Giovedì 24 settembre 2015 - 16:29

Moody’s boccia abolizione Imu ma appoggia taglio tasse lavoro

Agenzia alza stime crescita 2015 e 2016 e previsione deficit 2016
20150924_162942_F5B732E5

Roma, 24 set. (askanews) – Moody’s ha ritoccato al rialzo le previsioni di crescita economica dell’Italia nel biennio in corso, ma al tempo stesso ha alzato la stima sul deficit di bilancio del prossimo anno. E in un rapporto di aggiornamento sul Paese, l’agenzia avverte che i propositi di abolizione delle tasse sulla prima casa espressi dal governo hanno implicazioni negative per il rating “dato che le tasse sulle proprietà sono una fonte di entrate relativamente stabile e creano meno distorsioni rispetto ad altre imposte”.

Invece, i tagli previsti alle tasse su lavoro e imprese “se dotati di coperture – aggiunge Moody’s – hanno ricadute positive per il rating”.

Ad ogni modo, dopo l’andamento migliore del previsto della crescita nella prima metà del 2015, l’agenzia ha alzato di due decimali di punto le sue stime di espansione dell’Italia sia su 2015, al più 0,7 per cento, sia sul 2016, al più 1,2 per cento. La previsione sul deficifit 2015 è confermata al 2,8 per cento del Pil, mentre quella sul 2016 sale al 2,5 per cento dal precedente 2 per cento. Infine Moodys si attende che il debito pubblico italiano, dopo un picco del 133,5 per cento del Pil quest’anno imbocchi una traiettoria discendente, al 132,4 per cento nel 2016 e a circa il 127 per cento del Pil nel 2019.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su