Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Le autorità cinesi ammettono: in Borsa c’è stata la bolla

colonna Sinistra
Lunedì 7 settembre 2015 - 10:13

Le autorità cinesi ammettono: in Borsa c’è stata la bolla

Il mercato azionario si sta stabilizzando
20150907_101331_C3AA607D

Roma, 7 set. (askanews) – La Banca centrale cinese e le autorità di borsa ammettono che sul mercato azionario si è creata una bolla speculativa ma adesso la situazione si sta normalizzando. La China Securities Regulatory Commission (l’equivalente cinese della Consob) ha rilevato che “il rialzo del mercato azionario è stato troppo rapido e troppo ampio provocando la formazione di una bolla ed erano invesitabili la caduta dei prezzi e il loro aggiustamento” secondo quanto scrive l’agenzia Xinhua.

La commissione di controllo sui mercati tuttavia sottolinea che il mercato azionario si va normalizzando, e può contare su una liquidità relativamente abbondante.

Oltre alla Commissione di controllo sui mercati, anche la Banca centrale cinese ha ammesso la creazione di una bolla speculativa sul mercato azionario. Secondo un comunicato diffuso sul sito della Pboc, il governatore della banca centrale, Zhou Xiaochuan, in occasione del G20 finanziario ad Ankara ha riconosciuto l’esistenza della bolla sul mercato azionario dopo un impressionamente rialzo. “La bolla ha continuato a gonfiarsi fino alla metà di giugno – ha detto il governatore – e poi ci sono state tre fasi di correzione. Le prime due non hanno avuto impatto a livello internazionale mentre l’ultima a fine agosto ha avuto un’influenza globale”.

La Banca centrale comunque assicura che la correzione del mercato azionario “si sta esaurendo” sottolineando che l’aggiustamento del mercato azionario non impatta sul trend dell’economia della Cina.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su