Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Borsa Milano brucia 13 mld, indice della paura a top 40 giorni

colonna Sinistra
Giovedì 20 agosto 2015 - 19:05

Borsa Milano brucia 13 mld, indice della paura a top 40 giorni

Solo Atene -3,50% peggio di Piazza Affari, brilla Sorin
20150820_190539_C1B95035

Roma, 20 ago. (askanews) – Piazza Affari archivia la giornata con una flessione del 2,60% che riporta l’indice Ftse Mib sotto la soglia psicologica dei 22.500 punti. Bruciati 13,6 miliardi di euro. Ovviamente male anche il future sull’indice, il Fib è scivolato abbondantemente sotto il primo supporto posto in area 22.900 punti.

La Borsa di Milano è risultata una delle peggiori d’Europa, solo Atene -3,52% ha fatto peggio. Significative flessioni anche per tutte le altre piazze azionarie dell’Eurozona.

Il clima resta condizionato da uno scenario economico globale sempre più incerto a causa, in primis, della situazione della Cina dove, oltre a un rallentamento del ciclo, ci sono timori sulle condizioni di liquidità e stabilità del sistema finanziario. Solo oggi la Banca centrale cinese ha fatto una “trasfusione” al sistema bancario per complessivi 260 miliardi di yuan (circa 36 miliardi di euro). La flessione delle Borse europee si è accentuata dopo la negativa apertura delle Borse Usa e il deciso aumento della volatilità.

Il Vix, alias indice della paura, che misura la volatilità implicita sulle opzioni dell’indice S&P-500, ha fatto un balzo di oltre il 12% salendo a 17 punti, sui massimi degli ultimi 40 giorni. Sostanzialmente aumenta la probabilità di una variazione di circa il 5% dell’indice S&P-500 nei prossimi 30 giorni.

Tra i 40 big del listino milanese, le peggiori performance per Mediolanum -4,70%, Prysmian -4,60%, Finmeccanica -4,12%, Moncler e Enel Gp -4%. Solo due i titoli in territorio positivo: Ansaldo Sts +0,53% e Wdf -0,20%.

Tra i valori a minore capitalizzazione gran balzo di Sorin +6,15%. Il Tribunale di Milano ha respinto il ricorso presentato dall’Avvocatura dello Stato contro la fusione tra Sorin e l’americana Cyberonics, consentendo così di proseguire il processo di integrazione che porterà alla nascita di un leader globale nelle tecnologie medicali. Cyberonics ha convocato per il 22 settembre a Houston (Texas) l’assemblea straordinaria degli azionisti per votare sulla prospettata operazione di fusione con Sorin.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su