Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Tesoro: al via tavolo centrali aquisti, da 2016 solo 34 soggetti

colonna Sinistra
Giovedì 23 luglio 2015 - 18:58

Tesoro: al via tavolo centrali aquisti, da 2016 solo 34 soggetti

Obiettivo ridurre gli attuali 87 miliardi di spesa
20150723_185837_CC56A941

Roma, 23 lug. (askanews) – Scatta operativamente oggiil processo di riduzione e concentrazionedelle centrali di acquisto della pubblica amministrazione. Si è, infatti, riunito per la prima volta oggi a Roma presso il ministero dell’Economia, il tavolo tecnico dei soggetti aggregatori per l’acquisto di beni e servizi che svolgono funzione di centrali di committenza per le pubbliche amministrazioni. La spesa per beni e servizi della pubblica amministrazione, pari a circa 87 miliardi di euro attualmente gestiti da 32.000 stazioni appaltanti, passerà in gran parte per gare indette da 34 soggetti, che effettueranno acquisti per ministeri, regioni, enti regionali, servizio sanitario nazionale, comuni (questi ultimi hanno la facoltà di ricorrere ai soggetti aggregatori, ma possono anche optare per gli acquisti attraverso unioni di comuni o consorzi).

Entro l’anno il tavolo dovrà individuare le categorie merceologiche e le soglie di valore al di sopra delle quali le pubbliche amministrazioni dovranno ricorrere obbligatoriamente alle gare svolte dai soggetti aggregatori. Nel 2016 la nuova procedura sarà operativa.

L’iniziativa (prevista nel dl 66/2014,) si colloca nell’ambito delle attività di spending review ed ha l’obiettivo di armonizzare e razionalizzare gli acquisti dei diversi settori pubblici. Alla riunione sono intervenuti il Capo di Gabinetto del Mef, Roberto Garofoli, e il commissario alla revisione della spesa, Yoram Gutgeld.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su