Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Internazionale: diffusione sale a 125.000 copie, pubblicità +26%

colonna Sinistra
Giovedì 23 luglio 2015 - 17:10

Internazionale: diffusione sale a 125.000 copie, pubblicità +26%

Pelli a DailyMedia: funziona per la cura e il carattere innovativo
20150723_171043_0A234021

Roma, 23 lug. (askanews) – Numeri tutti in crescita per Internazionale, la rivista fondata nel 1993, che pubblica ogni giorno online il meglio del web e ogni settimana su carta il meglio dei giornali di tutto il mondo e la cui diffusione è in continua crescita con 125.000 copie, di cui 90.000 in edicola e 35.000 in abbonamento. A questi numeri, si aggiungono le oltre 14 milioni di pagine viste e più di 2,5 milioni di visitatori unici al mese che si traduce in 800.000 follower su Facebook e 650.000 su Twitter.

Nel primo semestre del 2015, la raccolta pubblicitaria gestita dalla concessionaria AME – Agenzia del Marketing Editoriale – ha superato del 26% il dato del primo semestre del 2014, a sua volta superiore del 33% rispetto a quello dell’anno precedente. In totale rispetto al 2013, la crescita relativa al primo semestre del 2015 risulta del 68%. Il prodotto carta rappresenta ancora il bacino principale per Internazionale, in un periodo in cui, per i periodici, la raccolta pubblicitaria su carta è a circa -8%. Ma a giudicare dai dati anche il Web di Internazionale è in forte crescita e oggi vale il 28% della raccolta. Per il primo semestre, la raccolta carta è aumentata del 69% dal 2013 al 2015 e il prodotto web ha infatti avuto un boom del 156% in due anni, secondo i dati aggiornati al primo semestre del 2015.

AME, che fa capo al Gruppo Abete e di cui amministratore unico è Daniele Pelli e responsabile commerciale Marco Di Marco, è concessionaria e effettua la raccolta anche per le app di Internazionale – quella del giornale e quella dell’oroscopo curato da Rob Brezsny – e per askanews, seconda agenzia di stampa nazionale diretta da Paolo Mazzanti, di cui ha curato, tra le altre, l’advertising per l’applicazione sull’esposizione universale Expo 2015 News.

“Non è una rivista faziosa, perchè non va contro l’idea di giornalismo, perchè non sacrifica i propri valori per coltivare qualche accordo commerciale vantaggioso. In sintesi, il magazine funziona per l’integrità di prodotto, per la cura e per il carattere innovativo, che deriva necessariamente dalle sue frequentazioni estere”, sottolinea Daniele Pelli, in un’intervista a DailyMedia.

I settori maggiormente interessati a investire su Internazionale vedono “l’automotive in pole position, poi il fashion e la tecnologia. Ma l’adv sul settimanale non sarà mai invasivo, per direttore e redazione vengono prima i lettori”, osserva Pelli spiegando che “oggi il 28% della raccolta è targata web, l’anno prossimo crediamo che le due realtà pareggeranno i conti, 50%, nel 2017 ci sarà il sorpasso digitale”.

In merito agli strumenti offerti agli investitori sul web, Pelli spiega: “Diciamo subito che non facciamo uso di skin. Abbiamo i pre-roll, crediamo che il video sia fondamentale e infatti abbiamo aperto una mini-struttura interna dedicata. Siamo molto curiosi sul fronte programmatic, che ancora non può vantare risultati rimarchevoli ma, quando questi arriveranno, noi saremo in prima linea”.

Risultati positivi che Pelli estende anche ad askanews: “Nel 2015 askanews chiuderà l’anno in positivo e questo risultato è anche merito della contaminazione di idee e progetti tra le due realtà editoriali”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su