Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Grecia, Padoan: la speculazione non ci danneggerà, Bce ha armi

colonna Sinistra
Lunedì 29 giugno 2015 - 08:39

Grecia, Padoan: la speculazione non ci danneggerà, Bce ha armi

"Continuo a sperare in una soluzione positiva"
20150629_083931_455459CE

Roma, 29 giu. (askanews) – La decisione della Grecia di indire in referendum sull’accordo con l’Ue è stata “un fulmine a ciel sereno”, ma “continuo a sperare che ci possa essere una soluzione positiva”. Lo dice il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, in un’intervista al Corriere della Sera, sottolineando che il possibile default di Atene non danneggerà l’Italia che vanta crediti nei confronti della Grecia.

“Si tratta di 10,2 miliardi di prestiti bilaterali e 27,2 di contributi al fondo – ricorda Padoan – smentisco che il default greco produrrebbe un aumento del debito: è già tutto contabilizzato”. Per quanto riguarda il rischio di un innalzamento dello spread, il ministro dell’Economia afferma: “Non so se 100 punti base siano una soglia critica, ma sappiamo che la Bce può intervenire tramite il quantitative easing, l’acquisto di titoli sui mercati nazionali, per stabilizzare lo spread. Ricordo che non siamo nel 2011: oggi le istituzioni sono più solide, come la nostra economia”.

Quando si parla di attacco speculativo “o è una versione più intensa di vendita di titoli italiani o è un attacco all’euro nel suo complesso – aggiunge – vale il discorso di prima sulla Bce”. Padoan smentisce che ci siano piani segreti per l’Italia. “No, non ci sono piani segreti sull’Italia – conclude – ci sono gli strumenti della Bce”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su