Header Top
Logo
Martedì 21 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Squinzi: accenni crescita, germogli cambiamento vanno protetti

colonna Sinistra
Giovedì 28 maggio 2015 - 11:45

Squinzi: accenni crescita, germogli cambiamento vanno protetti

"Vedo segni incoraggianti, condizioni esterne favorevoli"
20150528_114454_1528D933

Rho-Pero (Mi), 28 mag. (askanews) – In Italia ci sono “segni di risveglio, accenni di crescita, riforme in corso, giovani che vogliono credere nel loto futuro, imprenditori impegnati a partecipare alla democrazia e allo sviluppo del nostro mondo”. Ma “il crinale tra crescita e stagnazione è assai sottile”. Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi.

Dal palco dell’assemblea annuale dell’associazione, Squinzi ha sottolineato che per questa ragione “i germogli del cambiamento che si vedono vanno protetti e difesi, aiutati a crescere da un sistema associativo saldo nei valori e all’altezza dei tempi nella struttura tecnica”.

Il leader degli industriali ha poi ricordato che “i segni incoraggianti che vedo mi confortano di aver speso bene questi tre anni di presidenza”. Squinzi ha affermato che “le condizioni esterne al ciclo economico sono assai favorevoli, a cominciare dal prezzo del petrolio. In Europa i tassi ridotti dal quantitative easing e una robusta svalutazione dell’euro hanno prodotto un po’ di crescita”.

Queste condizioni “vanno considerate correttamente rispetto al nostro potenziale competitivo, perché sono una tantum e perché siamo noi a dover modernizzare il Paese perché possa agganciare stabilmente la crescita. Per questo – ha concluso – dobbiamo guardare più lontano, al mondo, all’economia, alla tecnologia che cambiano e velocemente”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su