Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Martedì 10 febbraio 2015 - 09:42

Sale ancora il prezzo della benzina

Brutte notizie per gli automobilisti dopo l'impennata sui mercati internazionali
20150210_094246_861C1D9B

Roma, 10 feb. (askanews) – Non si fermano gli aumenti dei prezzi raccomandati sulla rete carburanti italiana. Sull’onda dell’impennata messa a segno ieri dai mercati internazionali dei prodotti oil, infatti, Eni ha rivisto al rialzo i listini di benzina e diesel di 2 cent/litro. Ritocchi all’insù, inoltre, sono stati apportati da Tamoil (+1 cent sui due carburanti) e IP (+0,5 cent).
Sul territorio, di conseguenza, prezzi praticati in salita in tutte le macro aree del Paese. Secondo quanto risulta in un campione di impianti che rappresenta la situazione italiana per il servizio Check-Up Prezzi QE, il prezzo medio praticato “servito” della benzina va oggi dall’1,625 euro/litro di Eni all’1,640 di Q8 e Shell (no-logo a 1,481). Per il diesel si passa dall’1,543 euro/litro di Eni all’1,561 di Tamoil (no-logo a 1,385). Il Gpl, infine, è tra 0,590 euro/litro di Esso a 0,628 di Shell (no-logo a 0,570).
Le punte massime sempre sul “servito” (no-logo escluse), osservate per tutti e tre i prodotti nell’Italia meridionale, risultano in salita a 1,712 euro/litro per la benzina e a 1,607 euro/litro per il diesel, mentre sono stabili a 0,657 euro/litro per il Gpl.
int100931 FEB 15
Cam

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su