Header Top
Logo
Martedì 27 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Visco: imprese non innovano, così si favorisce fuga dei cervelli

colonna Sinistra
Venerdì 30 gennaio 2015 - 12:00

Visco: imprese non innovano, così si favorisce fuga dei cervelli

"Aziende hanno forti difficoltà nel trovare competenze adeguate"
20150130_115940_2B412AE2

Roma, 30 gen. (askanews) – Le imprese italiane non investono sull’innovazione tecnologica, favorendo così la fuga dei cervelli. Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco, secondo cui, “in presenza di significative difficoltà nel trovare competenze adeguate nel mercato del lavoro, le imprese sembrano reagire non innalzando i salari, bensì riducendo la propensione a investire in nuove tecnologie, contenendo di conseguenza il fabbisogno di manodopera qualificata”.

“L’innescarsi di questo circolo vizioso – ha spiegato Visco in un convegno – deprimerebbe ulteriormente l’incentivo all’investimento in capitale umano, spingendo inoltre i lavoratori altamente qualificati a emigrare, in cerca di migliori opportunità lavorative. Alcuni studi della Banca d’Italia attribuiscono quasi metà del divario nella quota di laureati tra Italia e Germania a questo tipo di interazioni”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su