Header Top
Logo
Mercoledì 29 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Marchionne: zero rimpianti sulla fusione Fiat-Chrysler

colonna Sinistra
Mercoledì 14 gennaio 2015 - 07:53

Marchionne: zero rimpianti sulla fusione Fiat-Chrysler

Amministratore delegato: ha fatto bene a tutte e due
20150114_075301_FC5ECA1F

New York, 14 gen. (askanews) – Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, ha “zero rimpianti” sulla fusione tra Fiat e Chrysler, da cui “hanno tratto vantaggio entrambe le case automobilistiche”.

Nel corso di un’intervista sul palco dell’Automotive News World Congress, organizzato ieri nella serata americana a Detroit, il manager italo-americano ha spiegato che anche tra “il pubblico italiano si è compreso che il futuro di Fiat sarebbe stato più incerto e dubbioso” senza Chrysler. E ha aggiunto: “L’internazionalizzazione del business Jeep – il marchio a più rapida crescita in Europa – sarebbe stato un successo solo con un partner non americano”.

Parlando delle varie aree geografiche, Marchionne ha detto di credere che “il mercato russo si riaprirà, ma non mi pento di non essere lì”. Il manager italo-canadese ha riconosciuto che quanto successo a Mosca – tra crollo del rublo, impatto della flessione dei prezzi del petrolio di cui è uno dei principali esportatori e un’economia destinata alla recessione – “non era prevedibile”. Quanto alla Cina, l’a.d. di Fca ha ammesso che “ci stiamo presentando tardi”. Poi c’è il Brasile su cui puntare, dove è in corso la costruzione di una fabbrica nello Stato di Pernambuco. Secondo lui, Alfa Romeo e Jeep sono marchi adatti per la distribuzione internazionale.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su