Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Alitalia: Tarlazzi (Uilt), serve grande cautela su esuberi

colonna Sinistra
Lunedì 2 giugno 2014 - 14:26

Alitalia: Tarlazzi (Uilt), serve grande cautela su esuberi

(ASCA) – Roma, 2 giu 2014 – Bene la conferma arrivata daEtihad sull’intenzione di arrivare a un accordo con Alitalia,ma occorre grande cautela sugli esuberi. Lo afferma in unanota il segretario generale della Uiltrasporti ClaudioTarlazzi.

”Bene la conferma arrivata dalla compagnia emiratina sulbuon andamento della trattativa che volge ormai alla suaconclusione – afferma Tarlazzi -, a dimostrazione di quantosia importante e strategica Alitalia non solo per iltrasporto aereo italiano ma internazionale. Abbiamo sempresostenuto l’importanza di un partner internazionale solidoche rilanci e sviluppi la compagnia di bandiera, questocontribuirebbe anche alla ripresa economica del nostroPaese”.

”Pertanto – aggiunge il sindacalista – ribadiamo lanecessita’, perche’ cio’ si realizzi, di concludere questafase in tempi brevi in modo che Alitalia torni il primapossibile al suo massimo potenziale, ampliando flotta erotte”.

”Mantenere grande cautela per quanto riguarda gli esuberiprevisti dall’accordo – prosegue il segretario generale dellaUilt -, innanzitutto bisognera’ analizzare il pianoindustriale per il risanamento e lo sviluppo dell’Azienda ein tale contesto dovra’ essere fatta un’attenta analisi sulladimensione degli organici in relazione al piano industriale esolo a valle di tale analisi si potra’ comprendere ladimensione degli eventuali esuberi”. ”Rivendichiamo che in una fase cosi’ delicata,riguardante tanti posti di lavoro – conclude Tarlazzi -, siconcretizzi quanto finora annunciato, servono tutele. Ilsindacato ha finora dimostrato senso di responsabilita’ econtinuera’ fino al buon esito, ci auguriamo,dell’accordo”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su