Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ue: Squinzi, terremoto c’e’ stato. Basta austerita’, subito riforme

colonna Sinistra
Giovedì 29 maggio 2014 - 10:54

Ue: Squinzi, terremoto c’e’ stato. Basta austerita’, subito riforme

(ASCA) – Roma, 29 mag 2014 – ”Il risultato delle elezionieuropee ci mette difronte a bivio politico: l’Europa puo’aprirsi finalmente verso le riforme, come Confindustriachiede da tempo, o cedere alle forze che spingono verso ladissoluzione del sistema”. Il presidente di Confindustria,Giorgio Squinzi legge il risoltato della tornata elettoraleeuropea come un chiaro messaggio per cambiare passo eriformare l’Unione.

Nel suo intervento all’assemblea della confederazione,Squinzi sottolinea che ”se i partiti europeisti sarannocapaci di intraprendere il cambiamento, anche il voto degliscettici sara’ stato un voto utile, In caso contrario, chivuole demolire l’edificio comunitario rischia diprevalere”.

Per il leader degli industriali ”gli italiani sembrano averrespinto queste pericolose pulsioni, ma in Europa e’ forte larabbia dell’euroscetticismo. Sono scenari – sottolinea – chepossono cambiare la nostra vita per generazioni”.

Si’, perche’ – spiega Squinzi -, ”il terremoto politicoc’e’ stato, un po’ dappertutto. In Francia l’onda e’ statafortissima e avra’ riflessi profondi anche sul governodell’Unione. In animarca, Gran Bretagna, in Ungheria, inSlovenia, in Spagna, persino in Germania come in Grecia,ovunque ci sono segnali evidenti di malessere in Europa”. Eil malessere – agguiunge – ”un’origine ce l’ha: le politichedi austerita’ non hanno prodotto alcun risultato per laripresa dell’economia e per il lavoro. Infatti la crescitac’e’, ma non in Europa”. Infatti – dice ancora Squinzi -”l’economia arranca, gravata da una moneta molto forte e dapolitiche di bilancio insostenibili”.

L’Europa – sottolinea ancora il presidente diConfindustria – ”fatica e perche’ riprenda il passo dellacrescita deve avviare un ciclo macroeconomico espansivo,abbandonando il rigore fine a se stesso che ha giovato egioverebbe solo a chi e’ piu’ forte”.

glr/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su