Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fs: inizia l’era Elia. Priorita’ a realizzazione Piano industriale

colonna Sinistra
Giovedì 29 maggio 2014 - 19:50

Fs: inizia l’era Elia. Priorita’ a realizzazione Piano industriale

(ASCA) – Roma, 28 mag 2014 – Dopo otto anni di gestioneMoretti, alle Ferrovie dello Stato inizia l’era di MicheleElia. L’assemblea degli azionisti, che si e’ runita’ oggi, hainfatti rinnovato l’intero Cda del gruppo, che e’ composto daMarcello Messori, Michele Mario Elia, Daniela Carosio,Vittorio Belingardi Clusoni, Giuliano Frosini, Gioia Ghezzi,Simonetta Giordani, Federico Lovadina, Wanda Ternau.

L’assemblea ha eletto Messori presidente della societa’,mentre nella prima riunione del nuovo Consiglio ci sara’ ilconferimento formale delle deleghe al nuovo amministratoredelegato della societa’ che sara’ Elia, gia’ amministratoredelegato di Rfi.

Michele Mario Elia, e’ nato a Castellana Grotte (BA) il 5ottobre del 1946, e’ laureato in ingegneria elettrotecnica eha conseguito successivamente l’abilitazione a ingegnereelettrotecnico. Dopo un periodo in cui ha esercitato laprofessione di insegnante presso l’istituto tecnicoindustriale (1974-1975), e’ stato assunto in Ferrovie delloStato nel 1975 con la qualifica di Ispettore, in seguito alsuperamento del concorso esterno ed assegnato al servizioimpianti elettrici. Dal settembre del 2006 e’ amministratoredelegato di Rete Ferroviaria Italiana.

L’obiettivo prioritario del nuovo Cda sara’ quello direalizzare il Piano industriale 2014-2017 approvato afebbraio dal Consiglio targato Moretti. Elia oggi,intervenendo a un convegno della Fit Cisl, prima che siriunisse l’assemblea, ha infatti preannunciato che larealizzazione del Piano sara’ un ”must”.”Andare avanti conil piano industriale – ha detto Elia -. Quello per noi e’ unmust”.

Ma con il nuovo Cda si potra’ anche affrontare il temadella quotazione del gruppo. ”Credo che sia un tema che conil nuovo Cda si possa anche affrontare – ha detto il ministrodei Trasporti e Infrastrutture Maurizio Lupi – a condizioneche si attui il piano industriale”.

Su quale modello possa essere utilizzato, ad esempioquello usato per le Poste, Lupi ha replicato affermando che:”Ci confronteremo tutti insieme”.

Intanto l’ultimo esercizio chiuso da Moretti ha realizzatoun utile per il sesto anno consecutivo. I conti mostrano unutile netto di 460 milioni di euro. La crescita e’ statadeterminata da un lato dall’incremento dei ricavi operativi,per la prima volta oltre gli 8,3 miliardi di euro (+1,2% suldato 2012), dall’altro dalla diminuzione dei costi operativi(6.299 milioni di euro, -0,2%). L’Ebitda supera per la prima volta la soglia dei 2miliardi di euro (+5,8% rispetto al 2012), con un EBITDAMargin al 24,4% (+1,1%). L’EBIT raggiunge e supera per laprima volta gli 800 milioni di euro (818 milioni, contro i719 di fine 2012), con un EBIT Margin al 9,8% (8,7% al 31dicembre 2012). La performance 2013 e la sostanziale realizzazione ditutti gli obiettivi del Piano Industriale 2011-2015,nonostante il protrarsi della crisi economica nazionale einternazionale, confermano la bonta’ del percorso dirisanamento strutturale della gestione, intrapreso fin dal2007. La rafforzata solidita’ di Ferrovie dello StatoItaliane rappresenta la premessa fondamentale per farraggiungere al Gruppo obiettivi, ancor piu’ sfidanti,descritti nel Piano Industriale 2014-2017, approvato nelfebbraio scorso e presentato alla comunita’ finanziaria il 25marzo 2014.

sen/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su