Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro: Galateri, la partita si gioca sull’innovazione

colonna Sinistra
Mercoledì 28 maggio 2014 - 16:40

Lavoro: Galateri, la partita si gioca sull’innovazione

(ASCA) – Venezia, 28 mag 2014 – ”E’ sull’innovazione che sigioca oggi la partita piu’ importante per quanto riguarda illavoro. A maggior ragione per un Paese come l’Italia, poverodi materie prime”. Lo ha detto Gabriele Galateri, presidentedella Fondazione Studium generale Marcianum che a Veneziatiene il convegno sul tema ”L’innovazione e i suoiportatori: lo svantaggio occupazionale di giovani e donne”.

L’innovazione sta assumendo una dimensione che va ben oltrequella strettamente economica: con sempre maggioreinsistenza, si parla non a caso di ”innovazione sociale” -ha sottolineato Galateri – proprio per indicare l’urgenza diistituire nuove e piu’ strette relazioni tra enti di ricercae industria, tra progetti imprenditoriali e sistemacreditizio, tra questi e le amministrazioni territoriali, invista di un modello di crescita territoriale veramentecompetitivo a rispettoso della persona umana. Dopo aver sottolineato che il Marcianum da sempre crede cheinnovazione e formazione della persona siano temi che siimplicano a vicenda, Galateri ha spiegato che va precisamentein questa direzione il nuovo Master appena avviato incollaborazione con l’Universita’ Ca’ Foscari e l’Universita’Bocconi e che si chiama appunto ”Master Universitario inManagement dell’Innovazione sociale”. ”Senza formazione e ricerca in senso generale, non si da’innovazione” ha poi aggiunto Galateri. ”Senza innovazione,non c’e’ speranza di crescere economicamente, ne’socialmente. In questo modo, il capitale umano diventadecisivo a tutti i livelli. Intelligenza, flessibilita’,passione, competenza diventano gli ingredienti di un”capitale” che, di per se’, esprime anche un modelloantropologico e per produrre il quale e’ necessariocoinvolgere la societa’ nel suo insieme”. Secondo ilpresidente della Fondazione, posto che il capitale umano siacosi’ decisivo, va da se’ che ”non puo’ non destarepreoccupazione una societa’, quale e’ quella italiana, chepenalizza in modo inaccettabile due protagonisti fondamentaliper il mondo del lavoro, quali sono i giovani e le donne.

Anche per questo ci e’ sembrato importante avviare unariflessione che sappia collegare il tema dell’innovazione alloro svantaggio occupazionale”. fdm/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su