Header Top
Logo
Venerdì 24 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fiat: Landini, Renzi chieda dettagli su piano in Italia

colonna Sinistra
Martedì 27 maggio 2014 - 20:48

Fiat: Landini, Renzi chieda dettagli su piano in Italia

(ASCA) – Torino, 27 mag 2014 – Soddisfatto della ripresadegli incontri con Fiat, ma scettico sul piano diinvestimenti in Italia. Il segretario generale della FiomMaurizio Landini, ha incontrato questo pomeriggio assieme auna rappresentanza del suo sindacato la delegazione aziendaledella Fiat per affrontare il nuovo piano industriale delgruppo. E chiede un intervento del governo per incalzare ilgruppo automobilistico su tempi e modi degli inestimentiitaliani sollecitando anche un’iniziativa comune con glialtri sindacati.

”E’ positivo che siano state riprese le relazionisindacali”; dice Landini che pero’ sottolinea come ladelegazione aziendale non sia scesa nel dettaglio suproduzioni e tempi per le fabbriche italiane a cominciare daMirafiori. ”Ci rivolgiamo alla Presidenza del Consiglio e al governo- dice Landini – perche’ stiamo discutendo di un puntodecisivo e sarebbe necessaria da parte loro una iniziativaautonoma su questo tema”. Nel corso dell’incontro riferiscela fiom e’ stata illustrata una sintesi articolata del pianocomunicato a Detroit, dalla volonta’ di aggredire il mercatoasiatico, all’avvio del nuovo stabilimento brasiliano diPernambuco, all’importanza del marchio Jeep o di quello Alfada rilanciare, specificando che anche nelle comunicazionifatte negli Usa ”non c’e’ l’allocazione dei diversimodelli”. ”E’ paradossale che anche su un modello che dovrebbeandare in produzione a breve, il Levante Maserati, non vengadetto nulla”, osserva Federico Bellono segretario cittadinodella Fiom, sottolineando un certo scetticismo sullapossibilita’ di ”immaginare un balzo di produzione alfadalle attuali 75mila vetture a 400mila”. ”Non capiamo come mai tutti si accontentino didichiarazioni molto generali fatte a Detroit e che hanno comeorizzonte il mondo – aggiunge Bellono – e nessuno chieda unconfronto piu’ specifico sull’Italia. Non sarebbe male -osserva in conclusione – che anche il nuovo presidente dellaregione Piemonte Sergio Chiamparino battesse un colpo perMirafiori”. La Fiom riferisce infine che dovrebbero essere fissatinuovi incontri per approfondimenti stabilimento perstabilimento in prossimita’ dell’avvio degli investimenti,ricordando che anche i nuovi volumi della Maserati diGrugliasco, cresciuti molto negli ultimi mesi, richiedono difare il punto sul versante organizzativo.

eg/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su