Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • PA: Ugl, proclamato stato agitazione dipendenti Pcm

colonna Sinistra
Venerdì 23 maggio 2014 - 15:53

PA: Ugl, proclamato stato agitazione dipendenti Pcm

(ASCA) – Roma, 23 mag 2014 – ”L’Ugl e le altreorganizzazioni sindacali proclamano lo stato di agitazionedei dipendenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri aseguito della mancata risposta da parte dell’amministrazionealle numerose richieste di incontro sulle diverse criticita’che affronta ogni giorno il personale”. Lo rende noto ilsegretario nazionale dell’Ugl Presidenza del Consiglio deiMinistri, Luigi Mercogliano.

”Chiediamo il rinnovo del contratto di lavoro – spiega -,scaduto ormai da oltre cinque anni, e un accordo sullamobilita’ e il ripristino del diritto di opzione delpersonale di ruolo. Cosi’ come, la pubblicazione della nuovagraduatoria del concorso interno, a seguito della sentenzapronunciata dal Tribunale di Roma, dato che dopo quasi 5 mesidall’annullamento della precedente l’amministrazione non haancora trovato il tempo di procedere, e l’immediataerogazione della retribuzione accessoria del personale indiretta collaborazione, sospesa senza giustificato motivo daoltre 3 mesi. Inoltre e’ necessaria la cessazione, coneffetto immediato, dei trasferimenti dei dipendenti da unufficio all’altro, avvenute sino ad ora, secondo logicheclientelari, e il ripristino delle corrette relazionisindacali”.

”La decisione di proclamare lo stato di agitazione -conclude – non e’ altro che la conseguenza dell’atteggiamentodi un’amministrazione che rifiuta sistematicamente diaffrontare le reali problematiche del personale della Pcm,dimenticando inoltre che il sistema delle relazioni sindacalie’ improntato sui principi di responsabilita’, di correttezzae trasparenza dei comportamenti ed orientato alla prevenzionedei conflitti”.

com-sen/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su