Header Top
Logo
Giovedì 23 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Assicurazioni: SNFIA, Marino D’Angelo riconfermato segretario

colonna Sinistra
Venerdì 23 maggio 2014 - 18:29

Assicurazioni: SNFIA, Marino D’Angelo riconfermato segretario

(ASCA) – Roma, 23 mag 2014 – Il Sindacato NazionaleFunzionari Imprese Assicuratrici (SNFIA), riunito a Roma nelsuo X Congresso Nazionale, ha riconfermato il segretariogenerale uscente Marino D’Angelo, rieleggendoloall’unanimita’.

”Accolgo con grande soddisfazione questa rielezione – ilcommento di D’Angelo -. Il sostegno di tutti i delegati alnostro sindacato e’ certamente per me motivo di orgoglio, masoprattutto di stimolo per continuare, con rinnovato vigore,impegno ed entusiasmo, nelle battaglie che quotidianamenteSNFIA porta avanti. Sempre con l’obiettivo di mettere alcentro di ogni progettualita’ l’uomo e i suoi bisogni, per unprogresso economico che non sia mai disgiunto da quellosociale. E uno sviluppo produttivo che, da un lato, consentala modernizzazione dei processi di lavoro e, dall’altro,salvaguardi stabilita’ e professionalita’ acquisite nelquadro di un rinnovato e responsabile rapporto tra legenerazioni, che garantisca sostenibilita’ e costruiscavalore attorno al passaggio di testimone tra lavoratorisenior e giovani”.

Nel corso del congresso, i delegati si sono soffermati inparticolare sulla crisi del sindacato in Europa, incapace direggere per SNFIA ”il passo con le sfide poste dallacrisi”. Da qui la necessita’ di rivedere il modelloassociativo sindacale, adeguato ai tempi. ”Nel Regno Unito,gli iscritti sono il 28%, in Germania meno del 20%, inFrancia appena l’8% e, in Italia, raggiungono gli 11 milioni,ma oltre la meta’ appartiene alla categoria dei pensionati.

Assistiamo, dunque, a uno stallo del modello dirappresentanza che richiede la creazione di un sindacatoevoluto – ha detto Marino D’Angelo nel suo intervento -. C’e’bisogno di una nuova stagione del merito. Le impreseassicuratrici devono capire l’importanza di investire nellavalorizzazione delle alte professionalita’ che, oggi, nonsono riconosciute in maniera adeguata nelle aziende”. Equesto per D’Angelo deve avvenire ”anche in un comparto comequello assicurativo che attraversa da due anni il periodopositivo piu’ lungo dall’inizio della crisi”. red-gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su