Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Debito pubblico: Unicredit, in 12 mesi costo medio sceso da 2,2% a 1,6%

colonna Sinistra
Mercoledì 21 maggio 2014 - 14:33

Debito pubblico: Unicredit, in 12 mesi costo medio sceso da 2,2% a 1,6%

(ASCA) – Roma, 21 mag 2014 – Tassi dei Btp in salita negliultimi giorni. Per il Btp decennale si e’ passati dal 2,88%(minimo storico toccato proprio la settimana scorsa)all’attuale 3,22%, con il picco di 3,34% di questa mattinaquando, lo spread Btp-Bund si e’ avvicinato a quota 200punti, per poi ridiscendere intorno a 186 punti.

Negli ultimi giorni ”la periferia (dell’Eurozona, Ndr) e’andata sotto pressione. Una pressione determinata da unaserie di fattori dopo un periodo moplto positivo eprobabilmente dovuta a prese di beneficio. Se questo e’ vero,allora siamo di fronte a una volatilita’ di breve terminepiuttosto che a un cambio di tendenza”, scrive ChiaraCremonesi, Strategist del reddito fisso di Unicredit.

La Strategist di Unicredit sottolinea come l’Italia sitrovi comunque ben posizionata nella gestione del debitopubblico. ”Ad oggi ha completato il 51% del programma di emissionedi titoli a medio e lungo termine rispetto al 47% raggiuntonel corrispondente periodo dello scorso anno”, scrive laStrategist di Unicredit.

Buone notizie anche dal fronte del costo del debito. Adoggi, ”il costo annuo medio della raccolta di fondi da partedel Tesoro e’ di circa l’1,60% rispetto al 2,20% delcorrispondente periodo dello scorso anno. In Spagna, il costomedio annuo e’ del 2,02% in calo dal 3,33% dello scorso anno,leggermente piu’ alto di quello dell’Itala a causa di undifferente mix nei titoli utilizzati per raccogliere denaro.

Nel nostro scenario i rendimenti dei titoli a medio e lungotermine dei paesi periferici potrebbero tendere un po’ alrialzo. Comunque anche in un simile scenario, cio’ avra’ unimpatto moderato sul costo annuo della raccolta di denaro diSpagna e Italia, in quanto entrambe hanno gia’ completatometa’ delle emissioni di titoli a medio e lungo terminepreviste per quest’anno”, sottolinea Cremonesi.

red/men

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su