Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Svizzera: referendum boccia i caccia svedesi Gripen

colonna Sinistra
Lunedì 19 maggio 2014 - 14:59

Svizzera: referendum boccia i caccia svedesi Gripen

(ASCA) – Roma, 19 mag 2014 – Con un netto 53,4% di no icittadini svizzeri hanno cancellato l’acquisto di 22 cacciaSaab Gripen. Mentre in Italia ci si divide a livello politicosulle ipotesi di taglio della commessa per gli F-35, oltralpela Confederazione semplicemente fa ricorso al referendum,indetto sulla legge federale relativa al fondo per l’acquistodel velivolo da combattimento svedese. Ne scaturisce un votonegativo che inverte lo scenario disegnato da Consiglio,Parlamento e vertici militari: il messaggio delle urneelvetiche e’ in sintesi che nessun programma di sostituzionedi aerei, seppur considerati obsoleti come gli F-5 Tiger,puo’ valere una spesa per la nazione pari a 3,1 miliardi difranchi (circa 2,5 miliardi di euro) per i prossimi 11 anni.

Svizzera dunque ancora una volta patria della neutralita’,con un risultato che conferma quelli che erano i sondaggidella vigilia. A legge fatta, e capitoli di spesa stabiliti,il referendum ha quindi azzerato tutto. Il fronte dei no aiGripen era vasto, compresa una ”fronda” nelle stesse forzearmate orientata a far rimettere il tutto in discussionemagari guardando ad altre opzioni, come il caccia francesedella Dassault, il Rafale, o l’Eurofighter. Attivo ad ampioraggio, e trasversalmente, anche il fronte pacifista,determinato a ribadire come un paese, circondato da nazioniamiche, non abbia poi bisogno di nuovi strumenti militari pergarantire la propria sicurezza.

gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su