Header Top
Logo
Domenica 19 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Alitalia: sindacati frenano governo. Nessun accordo prima del confronto

colonna Sinistra
Lunedì 19 maggio 2014 - 19:46

Alitalia: sindacati frenano governo. Nessun accordo prima del confronto

(ASCA) – Roma, 19 mag 2014 – Prima di un accordo occorre uncontro sul Piano industriale. Per chi pensava che oramail’intesa tra Alitalia ed Etihad fosse solo questione didettagli, ci ha pensato il segretario generale della Uilt,Claudio Tarlazzi a riportare la questione sul piano dellarealta’. Mentre ieri il sottosegretario alla presidenza delConsiglio, Graziano Delrio, si era detto fiducioso sullapossibilita’ di arrivare a un preaccordo anche dal punto divista occupazionale entro giugno, oggi Tarlazzi in una notaha chiarito che nessun accordo e’ possibile senza prima unconfronto sul piano industriale.

”E’ giunto il momento di entrare nel merito del pianoindustriale della nuova Alitalia targata Etihad – ha detto ilsegretario generale della Uiltrasporti -. Si convochi quindiil Sindacato e si affrontino i nodi finali della trattativamirando ad un piano di rilancio e di sviluppo che consentafinalmente alla Compagnia di Bandiera di ridecollare dopoanni di sacrifici per Piloti, Assistenti di Volo e Personaledi Terra”. ”Senza alcun confronto sul piano industriale – haproseguito Tarlazzi – non si puo’ parlare di esuberi.

Auspichiamo che la trattativa volga a buon fine: il Sindacatoe’ pronto a confrontarsi a 360 gradi sul piano industriale,in assenza di tale confronto qualsiasi ulteriore sacrificio acarico dei lavoratori non sarebbe sostenibile. Fino a quelmomento – ha avvertito il sindacalista – nessuno e’autorizzato ad affermare che il sindacato e’ d’accordo sugliesuberi e sulla loro entita’ dichiarata in questi giorni daalcune testate giornalistiche”.

In particolare, i sindacati vogliono aprire il confrontosubito, prima della formalizzazione di un’offerta definitivada parte di Etihad che poi li costringerebbe a trovarsi difronte a una situazione simile a quella che nel 2008 sanci’la rottura delle trattative con Air France. In pratica isindacati non vogliono trovarsi con le ”spalle al muro” eaccollarsi tutta la responsabilita’ di far riuscire o menol’alleanza tra Alitalia e la compagnia emiratina. Oggi e’intervenuto anche il ministro del Lavoro, Giuliano Polettiche ha ribadito l’intenzione del Governo di accompagnare uneventuale accordo dal punto di vista occupazionaleaggiungendo che il dossier verra’ esaminato in questigiorni.

Intanto al quartier generale dell’Alitalia si attende larisposta di Etihad che dovrebbe arrivare a breve. Sarebbecomunque un passaggio abbastanza scontato, perche’ lerichieste di Etihad sarebbero state quasi tutte accolte. sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su