Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Finmeccanica: Pansa cede timone a Moretti. Orgoglioso per lavoro fatto

colonna Sinistra
Giovedì 15 maggio 2014 - 20:52

Finmeccanica: Pansa cede timone a Moretti. Orgoglioso per lavoro fatto

(ASCA) – Roma, 15 mag 2014 – Dopo poco piu’ di un anno,termina la gestione di Alessandro Pansa alla guida diFinmeccanica e inizia quella di Mauro Moretti. L’assembleadegli azionisti del gruppo di Piazza Monte Grappa ha infattioggi rinnovato il Cda del gruppo per il prossimo triennio,lasciandone il numero dei componenti a 11. E’ entrato nel Cda(che in serata l’ha nominato amministratore delegato) MauroMoretti, mentre Gianni De Gennaro e’ confermato presidente.

Gli altri componenti del Consiglio sono Marta Dassu’,Alessandro De Nicola, Guido Arpa, Marina Elvira Calderone eFabrizio Landi, tutti indicati dal Tesoro. I rimanentiquattro, proposti dai fondi sono: Paolo Cantarella, DarioFrigerio, Marina Rubini e Silvia Merlo.

Pansa, nel corso del suo intervento in assemblea, harivendicato con orgoglio il lavoro fatto nell’anno trascorsoalla guida del gruppo. Finmeccanica, ha detto Pansa, era”una nave arenata nelle secche, mentre oggi la nave e’ statarimessa in grado di navigare in mare aperto. Non dico che siain grado di competere per il ‘nastro azzurro’, ma e’ in gradodi affrontare la competizione in giro per il mondo, che si fasempre piu’ agguerrita e sostenuto. Sono orgoglioso dellavoro compiuto dal Cda che nell’ultimo anno e’ statosottoposto a un peso significativo”.

”Il Cda che scade oggi – ha aggiunto poi Pansa – lasciaal successivo un gruppo che ha affrontato rilevantissimiproblemi e avviato strategie che, in condizioni dicontinuita’, daranno al gruppo rilevantissimi benefici che sivedranno nei prossimi 18-24 mesi”. Un ringraziamento Pansalo ha dedicato anche al presidente del gruppo Gianni DeGennaro per ”il suo ruolo insostituibile e per il rapportocon il sottoscritto di grandissima soddisfazione. Il mioorgoglio principale sta nel gruppo di persone che ha avviatoil processo di riassetto e risanamento della societa”’. Un apprezzamento all’operato di Pansa e’ arrivato anchedal Tesoro tramite il suo rappresentante in assemblea StefanoDe Stefano, che prendendo la parola ha voluto esprime ”vivoringraziamento al Cda e in particolare a Pansa per l’impegnoprofuso in un contesto caratterizzato da profondecriticita”’. Pansa lascia in eredita’ al nuovo Cda anche ildossier sul settore trasporti di cui la sua gestione ne avevaavviato il deconsolidamento. In Finmeccanica, ha spiegatoPansa, il settore trasporti ”pesa il 9% nelle attivita’produttive e ha capacita’ tecnologiche e commerciali moltodiverse, con una struttura produttiva incontestabilmente nonefficiente”. Oltre a cio’, ha aggiunto Pansa, ”non esistonoal mondo aziende che sommino settori privi dicomplementarieta’ tecnologica”. Comunque, ha concluso l’aduscente del gruppo, ”ogni Consiglio e’ sovrano e non esisteun monopolio delle idee”Abbiamo lavorato tutti con passione,trasparenza e coraggio, nella consapevolezza di lavorare perl’interesse aziendale, senza perdere di vista l’interessegenerale”.

Da registrare poi la bocciatura dell’assemblea, in sedestraordinaria, alle modifiche statutarie per l’inserimento diuna clausola di onorabilita’ dei membri del Cda come causa diloro decadenza. O ineleggibilita’. E’ stata una vittoria deifondi, poco inclini a controlli sulle indicazioni di loronomi per i membri dei Consigli di amministrazione.

sen/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su