Header Top
Logo
Martedì 25 Luglio 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fnsi: Dip. Sindacale, su Sky intenzioni Governo superano ipotesi accordo

colonna Sinistra
Lunedì 12 maggio 2014 - 14:06

Fnsi: Dip. Sindacale, su Sky intenzioni Governo superano ipotesi accordo

(ASCA) – Roma, 12 mag 2014 – ”Gli annunciati interventi delgoverno in favore della stabilizzazione dei precari apronoimmediate e interessanti ipotesi di accordo tra aziende esindacati, nell’ottica di un significativo incrementooccupazionale che procede di pari passo con l’obiettivo dicontenere il costo del lavoro, come scritto dal Segretariogenerale della Fnsi, Franco Siddi, in una recente lettera alCdr di Sky Tg24. Questo nuovo scenario supera tutte leipotesi di intese aziendali che, come nel caso di Sky,prevedono il ricorso al taglio delle buste paga in favore diuna nuova eventuale occupazione”. Lo affermano i membri deldipartimento sindacale della Fnsi Fabio Azzolini, CamilloGalba, Leila Manunza, Carlo Parisi, Paolo Perucchini, LuigiRonsisvalle e Daniela Stigliano.

”I principi di riferimento dell’azione sindacale dellaFnsi – proseguono – non hanno mai previsto (al di fuori dicomprovati stati di crisi aziendale) la possibilita’ diintervenire con tagli sulla busta paga o sugli istituticontrattuali se non con l’accordo esplicito e personale deisingoli colleghi, che, in ogni caso, non sono in alcun modoimpegnati da un’intesa raggiunta dal Cdr con l’azienda, anchequando questa fosse approvata a maggioranza dall’assembleadei giornalisti.

La flessibilita’ in entrata ha del resto gia’ permesso aun’azienda importante come Sky di abbassare in modosignificativo negli ultimi cinque anni il costo del lavoro,riuscendo al contempo a realizzare in modo virtuoso esignificativo l’incremento dell’occupazione nelle redazioni.

E’ dunque nel pieno rispetto del Cnlg e dei diritti acquisitidei singoli (mai delegabili a terzi) che vanno inseriti gliauspicabili incrementi degli organici redazionali per i qualila Fnsi si e’ finora impegnata con una politica dicondivisione che ha portato alla firma di intese ancora oggivalide, e con piani di sviluppo occupazionale estabilizzazioni che l’azienda non ha ancora ultimato”.

red/sam/alf

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su