Header Top
Logo
Lunedì 26 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ideal Standard: Serracchiani, tornare alla cassa integrazione

colonna Sinistra
Giovedì 8 maggio 2014 - 20:58

Ideal Standard: Serracchiani, tornare alla cassa integrazione

(ASCA) – Udine, 8 mag 2014 – Si e’ tenuto oggi nella sededella Regione di Udine l’incontro convocato dalla presidenteDebora Serracchiani per valutare gli sviluppi della difficilesituazione dello stabilimento Ideal Standard di Orcenico diZoppola (PN), a seguito della comunicazione da parte deivertici dell’azienda dell’apertura della procedura dimobilita’ per 399 dipendenti.

Al tavolo, a cui ha partecipato anche l’assessore regionaleal Lavoro Loredana Panariti, non si e’ presentata laproprieta’, a causa – era stato ufficialmente comunicato ieri- di impegni gia’ fissati. I vertici dell’azienda sono invece attesi al tavolo che siterra’ martedi’ 13 maggio al ministero dello SviluppoEconomico a Roma e l’incontro odierno e’ servito proprio perfare il punto e preparare l’appuntamento della prossimasettimana. Un incontro che e’ valutato da Regione, sindacatie maestranze come ”estremamente decisivo”.

In quell’occasione la Regione e le parti socialichiederanno infatti con forza che l’azienda riformuli domandaper la cassa integrazione gia’ ottenuta a suo tempo. Ilministero dello Sviluppo Economico aveva infatti gia’garantito l’iter di proroga della cassa integrazione inderoga scaduto il 30aprile, inserendo la Ideal Standard diOrcenico in una ”short list” di una decina di aziende. Compatte al termine della riunione le sigle regionali delsindacato dei Chimici. ”Al tavolo di martedi’ prossimosiederanno tutti i soggetti e occorrera’ in quella sedechiedere a voce alta il ritiro della procedura di mobilita’ ela proroga della cassa in deroga. Una volta ottenuto questo -hanno affermato i rappresentanti di Filctem-Cgil, Femca-Cisle Uilcem-Uil – sara’ possibile valutare i progetti concretipresentati da interessati al rilancio del sito produttivo diOrcenico”.

Alla riunione – a cui hanno partecipato Rsu, UnindustriaPordenone, Provincia di Pordenone e i consiglieri regionalidel territorio Chiara DaGiau, Renata Bagatin e Renzo Liva -la sindaca di Zoppola ha espresso rammarico per le polemichesollevate nei giorni scorsi sulla stampa da alcuniconsiglieri regionali.

”Dispiace – ha affermato Francesca Papais – che oggi altavolo non ci fossero alcuni rappresentanti delle istituzioniperche’ la priorita’ sono gli interessi dei lavoratori e nonle polemiche politiche. Invito a un senso di responsabilita’affinche’, in un momento in cui la tensione sociale e’ gia’molto elevata, non si manchi di accompagnare i lavoratori arisolvere difficili situazioni”.

fdm/red

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su