Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Gas: Staffetta, nuovo tonfo dei consumi ad aprile (-15,8%)

colonna Sinistra
Martedì 6 maggio 2014 - 12:15

Gas: Staffetta, nuovo tonfo dei consumi ad aprile (-15,8%)

(ASCA) – Roma, 6 mag 2014 – Nuovo peggioramento in aprile peri consumi italiani di gas, che risentono di un forte calo deisettori civile e termoelettrico cui si aggiunge anche unaflessione dell’industria. Secondo le elaborazioni dellaStaffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nel meseappena concluso l’Italia ha consumato 4.068,2 mln di mc digas, in calo del 15,8% sullo stesso mese del 2013 e del 22,2%sull’aprile 2012.

Analizzando la domanda per settore di consumo, i prelievidel comparto civile sono diminuiti di ben il 17,2,9% a 1.830mln mc (+16,8% sul 2012). Si conferma ancora anche il calodei consumi delle centrali elettriche : -24,5% sul 2013 e-37,7% sul 2012 a 1.103,3 mln mc, sempre per l’effettocombinato della minore domanda elettrica e della”concorrenza” delle rinnovabili. Torna a calare la domandaindustriale, a 1.048,8 mln mc (-2,3% sul 2013 e 2,6% sul2012).

Se si ripercorre la serie storica, in un confronto tra imesi di aprile degli ultimi dodici anni attraverso i numeriindice (aprile 2003=100), i consumi del mese appena conclusosono di gran lunga piu’ bassi del periodo con 68,4, seguitida 2009 (80,6) e 2013 (81,2).

A livello cumulato nei primi quattro mesi del 2014l’Italia ha consumato 25.447,1 mln mc, in calo del 17,9%sullo stesso periodo del 2013 e del 22% sul 2012. I prelievidel settore civile, flettono rispettivamente del 20% e del19,1% a 14.614,6 mln mc e quelli del termoelettrico del 23% edel 35,1% a 5.643,9 mln mc. I prelievi dell’industriaflettono sul 2013 dello 0,2% e sul 2012 del 4,5% a 4.588,9mln mc.

Passando all’offerta, nonostante i minori prelievi inaprile si e’ registrato un aumento sul 2013 dell’import(4.690,4 mln mc, +3,2% sul 2013 ma -21,6% sul 2012) che haconsentito un sensibile incremento, sempre rispetto al 2013,delle iniezioni in stoccaggio (+261,8% a 1.200,9 grazie a unaforte accelerazione delle iniezioni nell’ultima decade delmese, -16,1% invece la variazione su aprile 2012). In calo laproduzione nazionale (578,8 mln mc, -5,9% sul 2013 e -15,1%sul 2012). A livello cumulato nel quadrimestre sono diminuite leimportazioni (19.245 mln mc -9,8% sullo stesso periodo del2013 e -27,1% sul 2012) e la produzione (2.301,5 mln mc,rispettivamente -7,3% e -15,2%).

Venendo alla scomposizione per punto di ingresso anche aaprile la prima fonte resta la Russia con 2.631,5 mln mc,dato allineato ad aprile 2013 quando e’ iniziata la forteaccelerazione dei flussi a Tarvisio in corrispondenza colcalo dell’import dall’Algeria che perdura tuttora. Restanodeboli pur segnando rispettivamente un +28% e un +135% gliapporti di gas algerino (801 mln mc) e nordeuropeo (455 mlnmc). In calo la Libia (-36&% a 399 mln mc), debole il GnlRovigo (-12% a 402 mln mc) e sempre fermo Panigaglia.

rec-fgl/cam/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su