Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bankitalia: Barbagallo, Vigilanza unica rompe circolo ‘banche-sovrano’

colonna Sinistra
Martedì 6 maggio 2014 - 15:58

Bankitalia: Barbagallo, Vigilanza unica rompe circolo ‘banche-sovrano’

(ASCA) – Roma, 6 mag 2014 – ”L’unione bancaria comesoluzione ai problemi congiunturali risponde all’obiettivo dispezzare il circolo vizioso banche – sovrani, nelle duedirezioni: dalle banche al sovrano, dal sovrano allebanche”. Lo ha detto il capo del Dipartimento di Vigilanzabancaria e finanziaria della Banca d’Italia, CarmeloBarbagallo, nel corso della tavola rotonda ‘Verso l’EuropaUnita: gli obiettivi raggiunti, gli ostacoli da superate, lenuove sfide’.

Per quanto riguarda il contagio dalle banche al sovrano -dice Barbagallo – ”sistemi di supervisione non improntatialle migliori pratiche abbiano permesso una crescita nonsostenibile dell’intermediazione, la concentrazione delleesposizioni in settori di attivita’ economica incisi da bollespeculative”. Per Barbagallo, infatti, ”gli effetti dellacrisi finanziaria globale hanno dimostrato la fragilita’ diquesto modello aggressivo di business, hanno richiestocospicui interventi di finanza pubblica, hanno accresciuto ilrischio sovrano. Non e’ il caso dell’Italia, dove gliinterventi pubblici sono stati minimi nel confrontointernazionale – sottolinea – e dove l’intermediazione habeneficiato di una attenta attivita’ di vigilanza. Se ilproblema del contagio banche – sovrano fosse stato unaquestione unicamente nazionale probabilmente non si sarebbepensato a costituire l’Unione bancaria”. Barbagallo hainfine messo in luce che ”forti squilibri delle finanzepubbliche si sono negativamente riflessi sulla situazionedegli intermediari bancari, specie di quelli con cospicuiinvestimenti in titoli di Stato; ne hanno risentito – hadetto – le valutazioni di tali intermediari da parte diagenzie di rating; sono risultate alterate le condizionidiaccesso ai mercati del capitale e della liquidita’, con unaconsistente lievitazione dei relativi costi”. InfineBarbagallo ha spiegato che ”l’affiancamento di un unico ecredibile meccanismo per la risoluzione delle crisi si porra’quale naturale complemento alla nuova architettura divigilanza, contribuendo a spezzare il legame perverso tracondizioni della finanza pubblica di singoli stati estabilita’ bancaria”. ram/sam/rob

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su