Header Top
Logo
Giovedì 23 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Gas: QE, ad aprile prosegue caduta consumi per effetto meteo (-16%)

colonna Sinistra
Venerdì 2 maggio 2014 - 15:35

Gas: QE, ad aprile prosegue caduta consumi per effetto meteo (-16%)

(ASCA) – Roma, 2 mag 2014 – Prosegue anche in aprile ladiminuzione dei consumi gas: la domanda registra un calo del16% rispetto allo stesso mese del 2013. I consumi nel meseappena concluso – precisa Quotidiano Energia – sono stati di4068,2 milioni di metri cubi contro i 4803,7 milioni di metricubi dello stesso mese dello scorso anno.

Anche aprile, come i tre mesi che l’anno preceduto,secondo le elaborazioni REF-E, e’ risultato climaticamentepiu’ mite rispetto all’anno precedente, rendendo finora il2014 uno degli anni piu’ caldi mai registrati. L’effetto suiconsumi per riscaldamento, sia pur attenuato rispetto ai mesiinvernali, risulta importante nel contenimento della domandagas, in particolare sui prelievi delle reti di distribuzione(-17,2%).

I consumi delle centrali termoelettriche continuano nellaforte diminuzione dei mesi precedenti, fermandosi al -24,5%.

Le particolari condizioni climatiche dell’inverno, mite maparticolarmente ricco di precipitazioni, si ripercuotonoinfatti anche sulla producibilita’ primaverile di energiaidroelettrica, favorita dallo scioglimento degli imponentimanti nevosi accumulatisi alle alte quote.

La domanda della grande industria dopo quattro mesi diaumenti tendenziali consecutivi, si muove invece incontrotendenza rispetto ai segnali di ripresa, con unadiminuzione del 2,3%. E’ probabile che in questa diminuzioneabbia avuto un ruolo il calendario, che quest’anno apparivaparticolarmente favorevole ai ”ponti”, anche se il numeroteorico di giorni lavorativi era uguale a quello dell’aprile2013.

Sommando i dati dei primi quattro mesi del 2014, i consumidi gas riportano un calo del 17,7% rispetto al 2013, con iprelievi civili e delle centrali a gas in forte calo(rispettivamente -20,6% e -24%) e quelli della grandeindustria in lieve aumento (+0,4%).

Al netto dagli effetti del calendario e delle temperaturei consumi di marzo mostrerebbero una diminuzione dell’1,5%,sensibilmente inferiore a quelle dei mesi precedenti. Iconsumi depurati dall’effetto delle temperature e delcalendario indicano un aumento per i prelievi del segmentoresidenziale, terziario e piccola industria (+9,6%); un caloper la grande industria (-2,1%), mentre il calo dei consumiper la produzione di elettricita’ e’ stimato in un -18,5%.

red-glr/cam/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su