Header Top
Logo
Venerdì 23 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fiumicino: Adr, al via nuova procedura operativa ‘Airport-CDM’

colonna Sinistra
Lunedì 3 marzo 2014 - 12:21

Fiumicino: Adr, al via nuova procedura operativa ‘Airport-CDM’

(ASCA) – Roma, 3 mar 2014 – Inizia oggi, dopo un anno disperimentazione e grazie al supporto di Alitalia, il processodi integrazione tra Adr ed Enav per l’utilizzo dellaprocedura A-CDM (Airport Collaborative Decision Making) al”Leonardo da Vinci” di Roma-Fiumicino.

Grazie alla piattaforma A-CDM, si legge in una nota, ilprincipale scalo italiano potra’ inviare le informazionisullo stato di tutti i voli in partenza al Network ManagementOperations Centre di Eurocontrol che le smistera’ agli altriaeroporti collegati, ottimizzando a 360 gradi i tempioperativi. Oltre al Leonardo da Vinci – primo aeroportoitaliano ad entrare nel progetto europeo – attualmente soloaltri dieci scali in Europa dispongono di questo sistema:Monaco, Bruxelles, Parigi CDG, Francoforte, Londra,Dusseldorf, Zurigo, Oslo ed Helsinki. La fase di sperimentazione dell’A-CDM, iniziatanell’ottobre 2012, ha gia’ permesso alle compagnie aeree dirisparmiare in media 800 minuti di rullaggio al giorno,l’equivalente di 9.600 kg di carburante in meno. Cio’significa che durante questo periodo i vettori hannorisparmiato ben 3,1 milioni di euro in carburante. ”Sono soddisfatto del risultato raggiunto in sinergia conEnav e Alitalia – ha commentato Lorenzo Lo Presti,amministratore delegato di Aeroporti di Roma -. Il LeonardoDa Vinci e’ il primo scalo italiano e uno tra i primi scalieuropei ad aver implementato questa piattaforma anticipandohub internazionali di primaria importanza. ”Siamo particolarmente soddisfatti del risultatoraggiunto, frutto della sinergia e della volonta’ di faresistema tra gli operatori del trasporto aereo – ha aggiuntoil dg di Enav, Massimo Bellizzi – stiamo continuando questolavoro per consentire ad altri importanti scali italiani ilcollegamento al network A-CDM entro l’anno”.

”Il completamento del progetto ACDM – ha proseguitoGiancarlo Schisano, vice direttore Generale Business diAlitalia – consente ad Alitalia, gia’ stabilmente inseritatra le prime 10 compagnie del mondo in termini dipuntualita’, di realizzare un ulteriore passo in avanti delleperformance operative che, accompagnato da una rilevantediminuzione delle emissioni di CO2, ha consentito unsignificativo doppio beneficio, per i clienti e perl’ambiente”.

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su