Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Conti pubblici: Istat, Pil 2013 -1,9%. Deficit/Pil stabile al 3%

colonna Sinistra
Lunedì 3 marzo 2014 - 10:07

Conti pubblici: Istat, Pil 2013 -1,9%. Deficit/Pil stabile al 3%

(ASCA) – Roma, 3 mar 2013 – Il Pil dell’Italia nel 2013, aiprezzi di mercato, e’ stato pari a 1.560.024 milioni di eurocorrenti, con una riduzione dello 0,4% rispetto all’annoprecedente. In volume il Pil e’ diminuito dell’1,9%. Lo rendenoto l’Istat. I dati finora disponibili per i maggiori paesi sviluppatimostrano un aumento del Pil in volume negli Stati Uniti e nelRegno Unito (1,9% per entrambi), in Giappone (1,6%) e inGermania (0,4%). Dal lato della domanda nel 2013 si registra una caduta involume del 2,2% dei consumi finali nazionali e del 4,7% degliinvestimenti fissi lordi, mentre le esportazioni di beni eservizi hanno segnato un aumento dello 0,1%. Le importazionisono diminuite del 2,8%.

A livello settoriale, il valore aggiunto ha registrato uncalo in volume in tutti i principali comparti, ad eccezionedell’agricoltura, silvicoltura e pesca (+0,3%). Lediminuzioni sono state del 3,2% nell’industria in sensostretto, del 5,9% nelle costruzioni e dello 0,9% neiservizi. L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche,misurato in rapporto al Pil, e’ stato pari al 3%, stabilerispetto all’anno precedente. L’avanzo primario(indebitamento netto meno la spesa per interessi) e’ statopari, in rapporto al Pil, al 2,2% (era 2,5% nel 2012).

com-sen/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su