Header Top
Logo
Sabato 25 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Unicredit: con Simest e Finest accordo ”a bridge to Russia”

colonna Sinistra
Martedì 26 novembre 2013 - 17:40

Unicredit: con Simest e Finest accordo ”a bridge to Russia”

(ASCA) – Roma, 26 nov – Le imprese italiane, sempre piu’interessate a estendere la propria attivita’ nel mercatorusso, avranno a disposizione nuovi servizi di consulenzastrategica, istituzionale e operativa grazie all’accordo ”ABridge to Russia”, siglato oggi durante il Forum Italo-Russodi Trieste. L’accordo prevede la collaborazione di UniCredite dalla sua controllata russa ZAO UniCredit Bank Russia conFinest Spa (Societa’ Finanziaria di Promozione dellaCooperazione Economica con i Paesi dell’Est Europeo) e SimestSpa (Societa’ Italiana per le Imprese all’Estero).

L’obiettivo concordato da Federico Ghizzoni,Amministratore Delegato di UniCredit, Mikhail Alekseev,Amministratore Delegato di ZAO UniCredit Bank Russia, ErosGoi, Direttore Finest e Massimo D’Aiuto, AmministratoreDelegato di SIMEST, e’ quello di rispondere alle nuove ecrescenti necessita’ dell’imprenditoria italiana diinvestire, operare e competere al meglio nei Paesiappartenenti alla Federazione Russa.

La firma dell’accordo e’ avvenuta alla presenza delPresidente del Consiglio italiano Enrico Letta e del Capo diStato russo Vladimir Putin e impegnera’ le parti, ciascunanel rispetto dei propri compiti istituzionali e delle propriemission aziendali, a mettere a fattor comune la propriaconsulenza e i propri prodotti e servizi a vantaggio delleimprese italiane.

”Sono davvero lieto di poter annunciare quest’oggi, nelquadro del Business Forum Italo-Russo e a latere del VerticeIntergovernativo dei due Paesi, la firma di questo importanteaccordo di cooperazione – ha dichiarato Federico Ghizzoni,Amministratore Delegato di UniCredit – che punta a rafforzareulteriormente la gia’ stretta collaborazione dei nostriistituti a favore e sostegno delle imprese italiane, inparticolare delle piccole e medie, che vogliano investire eoperare e competere al meglio nella Federazione Russa. Dallenostre prime stime, con questo accordo pensiamo di poterraggiungere nei prossimi 24/36 mesi oltre 500 impreseitaliane potenzialmente interessate a investimenti eoperazioni commerciali strutturate nel Paese” – ha aggiuntoGhizzoni.

”La Russia rappresenta da sempre una importantedestinazione per le imprese italiane che, con il supporto diSIMEST, hanno realizzato numerosi progetti nei settori dipunta quali l’elettromeccanico/meccanico, l’agroalimentare, iservizi e il legno/arredamento – ha commentato MassimoD’Aiuto Amministratore Delegato di SIMEST. A oggi, infatti,tra investimenti e finanziamenti, abbiamo realizzato 365progetti per oltre 3,3 miliardi di euro di cui una parteconsistente e’ rappresentata dal sostegno ai creditiall’esportazione di macchinari e impianti di provenienzaitaliana. Con questo accordo quindi, viste le grandicapacita’ della Federazione Russa di assorbire importantiflussi di esportazioni italiane sia di beni d’investimentoche di consumo, ma anche le opportunita’ che offre alleimprese italiane in termini di investimenti produttivi, sipotranno nel medio termine raddoppiare i volumi finorarealizzati”.

”Il mercato russo, il piu’ vicino tra i mercati BRIC, haun potenziale irrinunciabile per le nostre aziende, sia peroperazioni di export, che per gli investimenti diretti,nell’ottica del make where you sell – ha dichiarato Mauro DelSavio, Presidente di Finest. Le aziende del triveneto inparticolare, per i settori di loro specializzazioneproduttiva, possono trovare in Russia le opportunita’ dicrescita internazionale necessarie per incrementare la lorocompetitivita’ sui mercati esteri. Grazie a questo accordo,tali opportunita’ diventano piu’ concrete e raggiungibilianche dalle PMI, tipiche del nostro tessuto produttivo, chepossono disporre cosi’, in modo integrato, degli strumentifinanziari, delle opportunita’ di finanza agevolata e delknow-how qualificato di Finest, SIMEST e UniCredit”.

did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su