Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ue: per Pmi Italia credito e mercato unico ancora critici (1 update)

colonna Sinistra
Martedì 26 novembre 2013 - 12:31

Ue: per Pmi Italia credito e mercato unico ancora critici (1 update)

(ASCA) – Roma, 26 nov – Il profilo Small Business Actdell’Italia mostra un recupero rispetto alla media UE, vistigli importanti passi avanti compiuti negli ultimi 12 mesi intermini di riforme politiche e legislative sui principaliaspetti dello SBA. Nel 2012 sono stati convertiti in leggenon meno di cinque decreti, ciascuno contenente importantimisure per le PMI. E’ quanto emerge dalla scheda sull’Italiadello SBA realizzato dalla Commissione europea. ”Taliprogressi – si legge nel documento – erano necessari dalmomento che il profilo SBA italiano e’ ancora in ritardorispetto alla media dell’UE, specialmente per quanto concernel’accesso ai finanziamenti e al mercato unico, cherappresentano aspetti critici della performance SBAdell’Italia”.

Il governo italiano – continua il documento – haintrapreso delle azioni finalizzate a migliorare lecondizioni generali in favore delle PMI, in particolare alloscopo di rendere l’amministrazione piu’ ricettiva allenecessita’ delle imprese e di migliorare le condizioni chepermettano alle imprese l’aggregazione el’internazionalizzazione delle loro attivita’. Tuttavia, irisultati complessivi dell’Italia nella griglia SBAcontinuano a essere al di sotto della media dell’UE sia intermini di esportazioni internazionali che di mercato unico.

Esiste la possibilita’ che l’attuazione delle iniziativerelative allo SBA annunciate nel 2011 e nel 2012 siaritardata. L’aspetto piu’ importante da monitorare riguardoalla prestazione futura dell’Italia nello SBA e’ la rapidaattuazione di tali misure.

Il rapporto della Commissione sottolinea la ”necessita’fondamentale di non ritardare l’attuazione amministrativadelle riforme approvate”. La rapida attuazione delle misureannunciate costituisce l’aspetto piu’ importante damonitorare per la performance SBA dell’Italia, dal momentoche non sono state pianificate nuove iniziative per i primimesi del 2013 ”a causa dell’attuale incertezza del contestopolitico”. Questa preoccupazione e’ confermata dal ritardonell’attuazione di una serie di misure annunciate nel 2011 enel 2012, in particolare il credito d’imposta concesso alleimprese per l’assunzione di giovani ricercatori el’autorizzazione ambientale unica (AUA) per le PMI. Inoltre,la legge annuale per le PMI (articolo 18 dello statuto delleimprese) e’ stata redatta per il 2013, ma poi sospesa a causadelle elezioni politiche dello scorso febbraio.

Gli ultimi sviluppi non mettono in discussione il fatto chesia stata adottata la maggior parte delle misure relativeallo SBA, in linea con la strategia italiana di attuazione diquest’ultimo di cui e’ responsabile il ministero delloSviluppo economico. Il ministero sostiene il lavoro delrappresentante e del garante per le PMI italiane e ospitaaltresi’ l’osservatorio sui contratti di rete el’osservatorio regionale delle PMI, sorvegliando l’attuazionedello SBA a livello nazionale, regionale e locale.

did/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su