Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ricerca: Brugnoli (Cnr), sostenere presenza italiana in Antartide

colonna Sinistra
Martedì 26 novembre 2013 - 15:15

Ricerca: Brugnoli (Cnr), sostenere presenza italiana in Antartide

(ASCA) – Roma, 26 nov – ”Credo che il mondo della ricerca sisia crogiolato in una sua torre d’avorio, un po’ chiuso inse’ stesso. Penso che invece la divulgazione sia un dovereperche’ noi utilizziamo fondi pubblici e dobbiamo rendereconto al Paese di cosa facciamo con essi, per pochi che sianoin una fase come questa, il che pero’ non giustifica lascarsita’ di risorse, perche’ e’ proprio nei periodi di crisiche si dovrebbe investire in ricerca”. Lo ha detto ad AscaEnrico Brugnoli, direttore del Dipartimento Terra e Ambientedel Cnr, nel corso della sua visita alle basi antarticheitaliana ”Mario Zucchelli” e italo-francese ”Concordia”.

”Abbiamo anche altre attivita’ polari, e tutto va messo asistema. Come un tempo fu necessario spiegare perche’ siandava nello spazio, oggi dobbiamo spiegare perche’ andiamoai Poli. Non e’ uno sfizio”. ”I Poli sono i centri dellaricerca internazionale sul clima, sulla biologia marina,sull’astrofisica e la fisica dell’atmosfera, solo per citarealcune attivita”’, ha proseguito Brugnoli, aggiungendo poiche ”ci sono pero’ altre motivazioni, oltre quellescientifiche, che giustificano e necessitano la presenza delnostro Paese ai Poli: c’e’ per esempio un Trattato Antarticointernazionale e una comunita’ scientifica internazionalepresente qui, ed e’ strategico che ci sia anche l’Italia perla credibilita’ e l’autorevolezza del nostro Paese”.

Se ci deve stare, dice pero’ Brugnoli, ”non si puo’rimanerci ‘a mezza pensione’, ma in maniera congrua. Farconoscere quello che si fa in Antartide puo’ servire anche asensibilizzare sempre di piu’ il mondo politico, per dare laconsapevolezza di quanto sia importante supportare questericerche e sostenerle”.

Ricerca che, tra l’altro, ”non deve essere dura e pura.

Dobbiamo fare ricerca per la conoscenza, ma anche perl’innovazione e questi luoghi sarebbero speciali come testsite anche per l’industria, se l’industria volessepartecipare per sperimentare tecnologie e materiali. Finoraquesto coinvolgimento e’ stato invece scarso”.

gdb/gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su