Header Top
Logo
Sabato 24 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Fiat:fino a 580 euro in busta paga per detassazione produttivita’ (1Upd)

colonna Sinistra
Lunedì 25 novembre 2013 - 18:14

Fiat:fino a 580 euro in busta paga per detassazione produttivita’ (1Upd)

(ASCA) – Torino, 25 nov – La Fiat si e’ dichiaratadisponibile a corrispondere con la busta paga di dicembre unaulteriore somma relativa alla produttivita’ compresa tra i320 e i 580 euro per effetto dell’accordo interconfederaledel 2011 sulla detassazione di questa voce del salario. E’quanto e’ emerso questo pomeriggio nell’incontro sul rinnovodel contratto del gruppo con i sindacati firmatari delcontratto (Fim, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione quadri) incorso all’Unione industriali di Torino. Al termine dell’incontro conclusosi dopo circa un’ora emezza di discussione, Roberto di Maulo segretario generaleFismic ha spiegato che la detassazione e il conseguente bonusnella busta di dicembre e’ conseguenza dell’accordo Fiatdello scorso 8 marzo sulla corresponsione dell’ex premio diproduttivita’, pari a 103 euro su altre voci di produttivita’detassabili. Il beneficio riguardera’ il 90 per cento deidipendenti, e in particolare coloro che hanno un redditoinferiore ai 40mila euro annui. ”E’ una buona notizia – hacommentato Di Maulo in una quadro di difficolta”’.”Per ilprossimo biennio – ha aggiunto Ferdinando Uliano segretarionazionale Fim – l’azienda deve trovare cuna risposta chesoddisfi le nostre rivendicazioni e c’e’ il reciproco impegnoa trovare una soluzione entro l’anno”. ”Quando unatrattativa parte seriamente ci sono sempre buoni auspici”,ha commentato Vincenzo Retus capodelegazione Cnh Industrial.

Per quanto riguarda la parte economica del biennio 2014-2015,dopo la concessione di 40 euro per il 2013 ”ne mancanoall’appello 90”, ha detto Uliano facendo anche riferimentoal contratto di Federmeccanica. ”E’ stato evidenziato unquadro economico difficile – ha sottolineato Eros Panicalisegretario nazionale Uilm – che pero’ non deve essere diimpedimento a rinnovare il contratto”.

”Abbiamo firmato l’intesa di marzo per senso diresponsabilita’ – ha sottolineato Francesco Scandaledell’associazione quadri – e ora ci aspettiamo decisioni chefavoriscano di ”Quando una trattativa parte seriamente cisono sempre buoni auspici”, ha commentato Vincenzo Rhetuscapodelegazione Cnh Industrial.

eg/mau/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su