Header Top
Logo
Domenica 26 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Abi: contro ‘nerolandia’ idraulico col ‘pos’ e paghetta col bancomat

colonna Sinistra
Lunedì 25 novembre 2013 - 12:14

Abi: contro ‘nerolandia’ idraulico col ‘pos’ e paghetta col bancomat

(ASCA) – Ravenna, 25 nov – L’idraulico col ‘pos’ ci salvera’da ‘nerolandia’. Si potra’ andare a saldare il conto dalcommercialista o dall’avvocato con il bancomat o la carta dicredito. Ma nel futuro dei banchieri c’e anche l’immagine deiragazzi che prelevano ogni mese la ‘paghetta’ di mamma epapa’ col bancomat. Sono le banche a immaginare questofuturo, perche’ un altro mondo sara’ pure possibile. I datipero’ non danno ragione ai banchieri, e registrano che il 92%dei pagamenti avviene infatti ancora in contanti nonostantel’utilizzo di sistemi di pagamento elettronici sia cresciutonel 2012 (+6,7%). E’ quanto e’ emerso nel corso di unseminario che si e’ svolto a Ravenna, al quale hannopartecipato il presidente dell’Abi Antonio Patuelli e ildirettore generale Giovanni Sabatini. In Italia carte dicredito, bancomat e carte prepagate (88 milioni contro i 104della Francia o i 140 della Germania) sono ancora pocodiffuse e poco utilizzate: il 50% dei 28,5 milioni di cartedi credito non e’ neppure attiva .

Gli epserti dell’Abi rilevano inoltre che per quanto riguardal’infrastruttura invece siamo nella media Ue (53mila Atm e1,4 milioni di Pos), tuttavia dagli Atm si preleva moltocontante per poi utilizzarlo (la media e’ di 180 euro controi 110 nell’Ue). A offuscare inoltre il sogno dei banchieridell’idraulico col ‘pos’ ci sono pure le lentezzeburocratiche e le norme che stentano a essere effettivamenteoperative. ”Siamo purtroppo un paese con la maggioreevasione fiscale e per questo c’e’ una lentezza nelladiffusione di questi strumenti”, dice Pautelli:”tecnicamente e’ tutto possibile”, e’ comunque la strada dapercorrere per abbattere ‘nerolandia’. Tuttavia c’e’ unproblema di cultura generale e anche la contrarieta’ dilarghi strati di artigiani e professionisti. Il numero dipagamenti bancomat e’ salito pero’ nel 2012 del 23% oltre 1milione con un andamento, il futuro poi disegna ormai ipagamenti contact-less e con telefonino. Intanto il bancomatcompie 30 anni proprio in questo mese. Secondo una indagine,viene utilizzato da una fascia di eta’ compresa tra i 30 e i55 anni, in poco piu’ di due anni il numero dei bancomat e’cresciuto del 60% ”non e’ poco”, ha detto Sabatini. ”C’e’un problema di educazione”, ha aggiunto.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su