Header Top
Logo
Sabato 18 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Commissione Ue, squilibri in 16 paesi. Avviato meccanismo allerta

colonna Sinistra
Mercoledì 13 novembre 2013 - 13:55

Crisi: Commissione Ue, squilibri in 16 paesi. Avviato meccanismo allerta

(ASCA) – Bruxelles, 13 nov – La Commissione europea valutera’ gli andamenti economici di sedici Stati membri, per i quali e’ stato attivato il meccanismo di allerta che avvia la procedura per gli squilibri macroeconomici. A finire nel mirino di Bruxelles Spagna, Slovenia, Francia, Italia, Ungheria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Gran Bretagna, Malta, Paesi Bassi, Svezia, Germania, Lussemburgo e Croazia. E’ quanto emerso dall’analisi annuale sulla crescita e della relazione del meccanismo di allerta, presentati oggi a Bruxelles. Su Francia, Italia e Ungheria la Commissione europea si soffermera’ sulle riforme ”decise” richieste nei mesi passati. Si vuole verificare se sono state adottate e attuale le misure necessarie per riequilibrare le proprie economie. Per quanto riguarda la maggior parte dei paesi sotto esame (Belgio, Bulgaria, Danimarca, Finlandia, Gran Bretagna, Malta, Paesi Bassi, Svezia) si intende verificare se persistono o meno gli squilibri macro-economici riscontrati nei mesi scorsi. Su Germania e Lussemburgo l’analisi si concentrera’ invece sull’export per capire se e come avranno impatto sull’economia europea. La Croazia e’ oggetto di esame in quanto paese appena entrato in Europa (ha aderito a luglio scorso), e non e’ mai stato oggetto di esame come Stato membro. Si intende capire quali siano i rischi potenziali per il paese. Per tutti i paesi i risultati dell’indagine arriveranno ”in primavera”, ha detto il commissario europeo per gli Affari economici e monetari, Olli Rehn. bne/sam/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su