Header Top
Logo
Giovedì 29 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Banche: Bankitalia, in prospettiva devono ridurre crediti deteriorati

colonna Sinistra
Martedì 12 novembre 2013 - 15:09

Banche: Bankitalia, in prospettiva devono ridurre crediti deteriorati

(ASCA) – Roma, 12 nov – In prospettiva le banche italianedovranno ridurre lo stock di crediti deteriorati che a giugnoviaggiavano, al netto delle svalutazioni gia’ effettuate, al9,6% del totale, lo scrive Bankitalia nel Rapporto sullastabilita’ finanziaria. Palazzo Koch ricorda come alla finedel 1995 il rapporto tra crediti in sofferenza e totale deiprestiti aveva superato il 10%, poi il rapporto e’ miglioratodi sette punti percentuali tra il 1996 e il 2008 per trefattori: migliori tecniche di gestione, aumento dei prestitie cartolarizzazioni, quest’ultime pari a circa 60 miliarditra il 1999 e il 2008. Quest’ultima strada, a causadell’avversione al rischio, resta al momento impraticabile,”la ripresa del mercato delle cartolarizzazioni e’attualmente ostacolata dal divario tra il valore al quale iprestiti deteriorati sono iscritti nei bilanci delle banche eil prezzo che gli investitori sono disposti a pagare peracquistarli”, scrive Bankitalia.

Tre fattori potrebbero contribuire a ripristinarecondizioni di liquidita’ sul mercato delle cartolarizzazioni:la stretta decisa da Bankitalia sulle coperture dellesofferenze ha consentito alle banche di spesare le relativeperdite sul conto economico; poi il check up della Bce, incollaborazione con le autorita’ nazionali di vigilanze, e glistress test in collaborazione anche con l’Eba, dovrebberoridurre ”ulteriormente l’incertezza sulla qualita’ degliattivi bancari; infine un ulteriore contributo dovrebbearrivare la ripresa economica e dalla riduzione dellaframmentazione dei mercati finanziari dell’Eurozona. Un contributo positivo dovrebbe arrivare dal disegno dilegge di stabilita’ dove e’ previsto un trattamento menopenalizzante sulle svalutazione e sulle perdite sui crediti.

Palazzo Koch suggerisce anche di considerare come uncontributo importante potrebbe giungere da ”riforme cheriducano i tempi di recupero dei crediti”.

men

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su