Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Trasporto aereo: Enav, da velivoli pilotaggio remoto nuovi scenari

colonna Sinistra
Lunedì 11 novembre 2013 - 16:27

Trasporto aereo: Enav, da velivoli pilotaggio remoto nuovi scenari

(ASCA) – Roma, 11 nov – ”L’inserimento degli aeromobili apilotaggio remoto nel traffico commerciale ed il loroutilizzo futuro in voli transfrontalieri potrebbe aprirenuovi scenari in cui a grandi opportunita’ di crescitacommerciale e’ da affiancare una maggiore attenzione agliaspetti di cyber-security dell’infrastruttura di retewireless, sia per il segmento di bordo che per il segmento diterra”. Lo ha detto oggi Gianni Torre, responsabileorganizzazioni nazionali del trasporto aereo di Enav,intervenuto ad un convegno sul tema organizzato dal Centrostudi militari aeronautici ”Giulio Douhet”. Per Torre ”e’ necessario analizzare ed identificare pertempo eventuali aree di vulnerabilita’ e possibili minacce,per implementare adeguate forme di protezione, eliminando ilrischio o mitigandolo al massimo”. Del resto ”lo sviluppotecnologico degli aerei a pilotaggio remoto, strettamenteconnesso all’ormai inevitabile e continua affermazione dellarobotica in genere, ha aperto un promettente capitolo nellastoria dell’aeronautica, con possibili applicazioni esviluppo di requisiti anche per il trasporto marittimo eterrestre”. E’ comunque necessario ”creare un sistema di gestionedati e d’informazioni della massima sicurezza”. ”Ilcoinvolgimento sistemico delle parti pubbliche e privateinteressate – ha aggiunto il dirigente Enav -, e’ inveceauspicabile per prevenire criticita’ con potenziali impattidi safety, come e’ stato sperimentato nel caso di regolazionedell’attivita’ di volo da diporto e sportivo”, auspicando ”l’elaborazione di un set normativo nazionale che preveda lapossibilita’, per taluni aerei a pilotaggio remoto, di potereffettuare attivita’ di lavoro aereo a fronte di un adeguatoapproccio risk assessment/management”.

Torre ha poi concluso affermando che per un rapido avviodelle attivita’ per l’inserimento degli aerei a pilotaggioremoto in spazi aerei non segregati, ”deve essere tenuta indebito conto la conformazione orografica della penisola erelativi vantaggi, tra cui la presenza in Italia dinumerosissimi aeroporti costieri, oltre alla vastita’ edall’importanza strategica dell’intero Mediterraneo”.

red-gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su