Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Lavoro: Cisl, rifinanziare cig in deroga o sara’ emergenza sociale vera

colonna Sinistra
Mercoledì 6 novembre 2013 - 15:28

Lavoro: Cisl, rifinanziare cig in deroga o sara’ emergenza sociale vera

(ASCA) – Roma, 6 nov – ”La cassa integrazione persiste suvalori elevatissimi, nonostante la riduzione, nei primi 10mesi del 2013 rispetto al 2012, delle ore autorizzate dicassa in deroga”. Lo dichiara in una nota il Segretarioconfederale della Cisl, Luigi Sbarra, commentando i dati Inpsdi oggi.

”Queste ultime – continua Sbarra – sarebbero in forteaumento se fossero evase tutte le domande ferme in attesa delrifinanziamento. Aumentano invece, purtroppo, sia la cassaordinaria che la straordinaria. Altrettanto preoccupanti sonoi dati relativi alle domande di disoccupazione ed Aspi: neiprimi nove mesi dell’anno sono state presentate 1.431.627domande, con un aumento del 27,7% rispetto alle domandepresentate nello stesso periodo del 2012. L’emergenzaimmediata e’, evidentemente, un adeguato rifinanziamentodegli ammortizzatori in deroga per le mensilita’ residue del2013: dal nostro punto di osservazione, basato sul contattodiretto con i nostri organismi regionali e territoriali, lacifra di 330 milioni di euro annunciata da settimane dalMinistero del Lavoro sara’ assolutamente insufficiente. Sonomolte, infatti, le aree nelle quali i lavoratori non ricevonoil sussidio da diversi mesi”. Come Cisl – aggiunge il sindacalista – ”stiamo lavorandoperche’ agli ammortizzatori in deroga si possano via viasostituire i fondi bilaterali finanziati contrattualmentedalle parti sociali e chiediamo un intervento deciso sullepolitiche attive del lavoro, ora che e’ stata insediatapresso il Ministero del Lavoro una struttura ”ad hoc’, manel frattempo il rifinanziamento e’ la priorita’ per darerisposta ad una emergenza sociale vera. Vanno inoltreadeguatamente finanziati i contratti di solidarieta’ pertenere i lavoratori il piu’ possibile agganciati alle aziendee ridurre la pressione sugli altri ammortizzatori. Ma percreare effettivamente occupazione servono misure peralleggerire la pressione fiscale ed aumentare il redditodisponibile delle famiglie e per questa via, far crescere iconsumi, nonche’ per favorire le imprese che investono edassumono”. ”Attendiamo dal Governo- conclude Sbarra- unsegnale positivo su questi punti con modifiche alla Legge distabilita”’.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su