Header Top
Logo
Giovedì 30 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 30 ottobre 2013 - 11:52

Visco: consumi famiglie rimangono deboli

(ASCA) – Roma, 30 ott – Restano deboli i consumi dellefamiglie.

”Con il protrarsi della recessione le famiglie italiane, cheinizialmente avevano limitato le ripercussioni della crisisulle abitudini di consumo riducendo il risparmio, hannorivisto al ribasso i piani di spesa, adeguandoli alridimensionamento del reddito permanente. Ha influitol’elevata incertezza circa la valutazione della ricchezza, asua volta connessa con le prolungate tensioni sui mercatifinanziari e immobiliari. Nel 2012 i consumi sono fortementediminuiti, in linea con il reddito disponibile; rimangonodeboli, nonostante i primi segnali di miglioramento dellacapacita’ di spesa delle famiglie”.

Lo ha detto il governatore della Banca d’Italia IgnazioVisco, nel suo intervento alle celebrazioni della 89esimaGiornata Mondiale del Risparmio, che si svolge a Palazzodella Cancelleria. Nella prima meta’ del 2013 – ha proseguito- ”il prodotto ha continuato a diminuire, anche se a ritmipiu’ contenuti. Nel contesto di una ripresa economicanell’area dell’euro lenta e diseguale tra paesi, gliindicatori piu’ recenti relativi all’Italia sono coerenti conun arresto della caduta del PIL nel terzo trimestre e con ilritorno a una crescita modesta nel quarto. L’incertezza restaelevata.

Nell’estate si e’ attenuato il calo della produzioneindustriale. Nei nostri sondaggi circa meta’ delle impreseriferisce di aver superato la fase piu’ critica; quelle piu’piccole e meno orientate alle esportazioni restano inmaggiore difficolta”’, ha detto in ultimo.

ram/gbt/bra

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su