Header Top
Logo
Venerdì 24 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Ryanair: basta intransigenza low cost su cambi, bagagli e quiete a bordo

colonna Sinistra
Venerdì 25 ottobre 2013 - 16:21

Ryanair: basta intransigenza low cost su cambi, bagagli e quiete a bordo

(ASCA) – Roma, 25 ott – Ryanair prova a cambiare la suaintransigente politica ‘customer low cost’ ascoltandofinalmente le richieste dei propri passeggeri, ed al terminedi un ”esteso programma web di ascolto delle opinioni deiclienti” annuncia il lancio un programma di miglioramentidei suoi servizi che verra’ implementato nel corso deiprossimi 6 mesi, entro la fine di marzo 2014. Si tratta di aspetti che risulterebbero normali a bordo diquasi tutti i vettori ma, per chi conosce l’attitudine senzafronzoli della compagnia aerea irlandese verso un businesssempre spinto al limite, per Ryanair il cambiamento ha quasidell’epocale. Nel dettaglio, i nuovi servizi prevedonoinfatti dal primo novembre la possibilita’ per chi acquistadal sito del vettore di disporre di un periodo di 24 ore ditempo per ”correggere eventuali piccoli errori effettuatidurante la prenotazione originaria (ad esempio errori didigitazione del nome, di rotta)”. Ancora piu’ importanti icambiamenti dei servizi in fase di imbarco e di volo. Sempredal primo novembre Ryanair operera’ ”voli silenziosi”prima delle 8 del mattino e dopo le 9 di sera. Durante questi ”voli silenziosi” non saranno fattiannunci a bordo se non i necessari annunci di sicurezza.

Ryanair ”offuschera’ inoltre le luci in cabina durantequesti voli silenziosi cosicche’ chiunque voglia sonnecchiarepossa farlo comodamente”. Una rivoluzione rispetto agli standard dei voli mattutinie serali finora posti in essere dalla compagnia di O’Leary,con passeggeri alle prese costantemente con annunci sullavendita a bordo di lotterie, panini, beveraggi, biglietti diautobus e metro delle diverse destinazioni. Per non parlarepoi del miglioramento sulla questione del bagaglio: dal primodicembre Ryanair permettera’ ai passeggeri di trasportare unsecondo piccolo bagaglio a mano (borsetta da donna osacchetto con acquisti in aeroporto) non piu’ grande di 35 x20 x 20 cm, potendo cosi’ imbarcare ”una bottiglia di vino ol’equivalente”. In realta’ questo sarebbe gia’ permessodalle norme Ue in materia di acquisti fatti nei duty free maRyanair si era finora mostrata ben poco recettiva dellanormativa comunitaria. Non basta, con interventi migliorativianche sul fronte dei surcharges: dal primo dicembre il costodi riemissione della carta d’imbarco sara’ ridotto da 70 a 15euro per i clienti che hanno gia’ effettuato il check-inonline. I clienti che omettono di effettuare il check-inonline continueranno pero’ ”a pagare la tassa di 70 euro peril check-in in aeroporto”. Dal 5 gennaio le tariffe Ryanairper il bagaglio acquistate non al momento della prenotazioneon line ma in aeroporto saranno ridotte da 60 a 30 euro aldesk di consegna del bagaglio e da 60 a 50 euro al gated’imbarco, ”portandole in linea con le tariffe standard peril bagaglio applicate da compagnie aeree concorrenti”. gbt

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su