Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Imprese: Confartigianato, 1.719.000 attivita’ guidate da donne

colonna Sinistra
Martedì 22 ottobre 2013 - 14:05

Imprese: Confartigianato, 1.719.000 attivita’ guidate da donne

(ASCA) – Roma, 22 ott – Le imprenditrici hanno resistitomeglio dei colleghi maschi ai colpi della congiunturanegativa della crisi economica. Lo rivela l’Ufficio studi diConfartigianato, spiegando che negli ultimi 5 anni il numerodelle lavoratrici indipendenti italiane (imprenditrici,lavoratrici autonome, libere professioniste) e’ diminuito di123.000 unita’, pari al 6,7% in meno. Un calo inferiore aquello registrato dalla componente maschile del lavoroindipendente che, dal 2008 al 2013, e’ diminuita del 9,1%,con una perdita di 387.900 unita’. A reagire alle difficolta’ di questi anni sono statesoprattutto le donne alla guida di aziende con dipendentiche, tra il 2008 e il 2013, sono addirittura aumentate di28.900 unita’, pari all’8% in piu’. Le donne che lavorano inproprio nel nostro Paese sono 1.719.000, rappresentano il30,8% del totale dei lavoratori indipendenti attivi in Italiae il 18,4% del totale dell’occupazione femminile. E tra lefila dell’esercito delle attivita’ autonome ”rosa’ spiccano364.942 imprenditrici alla guida di imprese artigiane. La propensione imprenditoriale delle italiane faguadagnare al nostro Paese il primato in Europa per ilmaggior numero di attivita’ autonome guidate da donne. Ciseguono la Germania, con 1.373.400 imprenditrici, e il RegnoUnito (1.264.400). A livello regionale, il record per ilmaggior numero di lavoratrici indipendenti, pari a 305.720,appartiene alla Lombardia. Secondo posto al Lazio (172.459) eterza posizione per la Toscana (154.152). ”I dati del nostro osservatorio – sottolinea EdgardaFiorini, presidente di Donne Impresa Confartigianato -dimostrano che fare impresa e’ sempre piu’ un mestiere dadonne”. A questo proposito, Fiorini sollecita lariattivazione, da parte del Governo, del tavolodell’imprenditoria femminile con la rappresentanza delleassociazioni imprenditoriali e chiede di rendere ”finalmentefruibili” i 20 milioni di euro destinati con un decretodello scorso marzo alla sezione speciale del Fondo centraledi garanzia dedicato alle imprese femminili. com-drc/

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su