Header Top
Logo
Domenica 25 Giugno 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Legge stabilita’: imprese, sia incisiva. Tagliare cuneo e spesa pubblica

colonna Sinistra
Venerdì 18 ottobre 2013 - 15:15

Legge stabilita’: imprese, sia incisiva. Tagliare cuneo e spesa pubblica

(ASCA) – Roma, 18 ott – La Legge di stabilita’ ”deve averemisure piu’ consistenti per la ripresa. Deve dare i segnalinecessari alla societa’ e all’economia per rinvigorire lafiducia in se e nel futuro”. Lo affermano in una notacongiunta le associazioni datoriali di Abi, Alleanza delleCooperative Italiane, Ania, Confindustria e Rete ImpreseItalia, rilevando che ”manca una rapida e decisa azione ditagli alla spesa pubblica e la indicazione di una prospettivadi ammodernamento strutturale dello Stato e di ridefinizionedei compiti della sfera pubblica, da avviare subito”.

”Nella consapevolezza dei limiti imposti dai contipubblici” le imprese proporranno al Parlamento di”rafforzare l’impianto in alcuni punti fondamentali, apartire da una riduzione piu’ incisiva del cuneo fiscale edel costo del lavoro, che abbia effetti sensibili sullacompetitivita’ delle imprese e sul reddito disponibile deilavoratori; agendo sull’accesso al credito sia attraverso lagaranzie sia attraverso la patrimonializzazione delle impresee delle banche, trovando risorse sia strutturali siastraordinarie e dando impulso alla ricerca eall’innovazione”.

La stabilita’ rappresenta ”la prima condizione diripresa”. Per questo le associazioni ribadiscono che ilGoverno ”deve accelerare e intensificare l’azione per losviluppo. Auspichiamo percio’ che Governo e Parlamento siimpegnino al massimo per realizzare una legge di stabilita’ edi crescita, adeguata al difficile momento che il Paese staattraversando”.

com-drc/mau

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su