Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Crisi: Svimez, gli occupati sono meno di 6 mln. Come nel 1977

colonna Sinistra
Giovedì 17 ottobre 2013 - 10:56

Crisi: Svimez, gli occupati sono meno di 6 mln. Come nel 1977

(ASCA) – Roma, 17 ott – Il mercato del lavoro italianocontinua a deteriorarsi: nel primo trimestre 2013 il Sud haperso 166mila posti di lavoro rispetto all’anno precedente,244mila il Centro-Nord. Gli occupati nel Mezzogiorno scendonoquindi nei primi mesi del 2013 sotto la soglia dei 6 milioni:non accadeva da 36 anni, dal 1977. Lo segnala il rapportoSvimez sull’economia del Mezzogiorno 2013 presentato questamattina. Nel 2012 il tasso di occupazione in eta’ 15-64 e’stato del 43,8% nel Mezzogiorno e del 63,8% nel Centro-Nord.

A livello regionale il tasso piu’ alto si registra in Abruzzo(56,8%), il piu’ basso in Campania, dove lavora solo il 40%della popolazione in eta’ da lavoro. In valori assoluti, laSicilia perde 38mila occupati, 11mila la Calabria, 6mila laSardegna, 3mila la Basilicata. Nel Sud l’occupazione inagricoltura cala nel 2012 dell’1% e del 3,2% nell’industria,mentre tiene nei servizi (+0,3%). A livello regionale, calal’occupazione agricola in Abruzzo (-23,8%), Molise (-7%),Basilicata (-6,4%), Calabria (-5,6%), mentre cresce inCampania (+4,1%) e Sardegna (+5%). Segno negativo perl’industria in tutte le regioni del Sud, a eccezionedell’Abruzzo (+3,9%), con le punte della Sardegna (-11%),della Sicilia (-6,9%) e del Molise (-5,6%). Positivo inveceil settore dei servizi, soprattutto in Molise (+3,2%),Campania (+2,5%), Sardegna (+1,1%). In valori assoluti, nel2012, rispetto al 2011, il Sud ha perso oltre 4mila posti dilavoro in agricoltura, 42.800 nell’industria e ha registratoun incremento di 11.600 unita’ nei servizi. rus/mau/ss

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su