Header Top
Logo
Mercoledì 22 Novembre 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Bankitalia: economia italiana al punto di svolta di una lunga crisi

colonna Sinistra
Mercoledì 16 ottobre 2013 - 15:38

Bankitalia: economia italiana al punto di svolta di una lunga crisi

(ASCA) – Roma, 16 ott – ”L’economia italiana si sta avviandoal punto di svolta di una lunga crisi”. Con la ”ripresa siattenueranno le tensioni finanziarie che hanno caratterizzatole attivita’ delle imprese nel passato biennio. Il ritorno acondizioni di normalita’ nel funzionamento del mercato delcredito e’ un processo graduale. Nel breve termine uncontributo rilevante dovra’ ancora venire dagli strumenti disostegno alle imprese avviati o rafforzati durante la crisi,quale il sistema di garanzia pubblica sul credito”. Lo hadetto Giorgio Gobbi, della Segreteria Tecnica perl’Eurosistema e la Stabilita’ Finanziaria della Bancad’Italia, nel corso di una audizione alla Camera deiDeputati, nell’ambito dell’indagine conoscitiva suglistrumenti fiscali e finanziari a sostegno della crescita,anche alla luce delle piu’ recenti esperienzeinternazionali.

E’ ecessario ”continuare l’azione per un aggiustamento dipiu’ lungo termine della struttura patrimoniale delle impresevolto a innalzare i livelli di patrimonio e a diversificarele fonti di finanziamento”, ha proseguito Gobbi. ”Icambiamenti richiesti hanno spesso incontrato grandiresistenze, profondamente radicate in comportamentisedimentati da parte di raccolti sul mercato”, ha dettoancora.

Le risorse a disposizione del legislatore per indirizzarequesto processo di cambiamento sono scarse, ha sottolineato.

Occorre, quindi, ”evitare di aumentare il gia’ alto grado diframmentazione degli strumenti pubblici a sostegno delleimprese. Gli interventi beneficerebbero dall’introduzione disistemi di controllo rispetto agli obiettivi idonei amisurare i progressi compiuti. Alcune scelte chiare sonostate gia’ effettuate anche in questi difficili tempi dicrisi, come ad esempio l’introduzione degli incentivi fiscaliper gli aumenti di capitale. Imprese piu’ robustepatrimonialmente, potranno piu’ facilmente beneficiare delleopportunita’ di diversificazione delle fonti di debito”.

ram

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su