Header Top
Logo
Lunedì 27 Marzo 2017

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Legge stabilita’: Cgil, no a ulterori tagli a sanita’ e salute

colonna Sinistra
Venerdì 11 ottobre 2013 - 13:44

Legge stabilita’: Cgil, no a ulterori tagli a sanita’ e salute

(ASCA) – Roma, 11 ott – ”L’ennesima riduzione delfinanziamento alla sanita’, che il governo sta discutendo perla legge di stabilita’, se confermata sarebbe scandalosa”.

Lo afferma la segretaria nazionale della Cgil, VeraLamonica.

”Invece di colpire la cattiva spesa, estirpando glisprechi e il malaffare in sanita’, – aggiunge la dirigentesindacale – si tagliano i finanziamenti a servizifondamentali per il diritto alla salute e alle cure deicittadini”. ”Il governo – sottolinea Lamonica – si era impegnato conle regioni ad aumentare il finanziamento, per coprire i 2miliardi ed evitare nuovi ticket dal 2014, e invecepotrebbero arrivare ancora tagli. Che si aggiungono a quellipesantissimi, piu’ di 30 miliardi, degli ultimi 5 anni”. ”Questa – conclude la segretaria della Cgil – e’ unamazzata ai livelli essenziali di assistenza. Ma e’ anche unfreno alla ripresa economica, che una buona spesa sanitariapuo’ alimentare. Bisogna fermare questa spirale di tagli e diticket, per evitare che la tutela della salute diventi unamerce, invece che un ”diritto fondamentale’ come afferma laCostituzione”.

red/glr

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su